rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Savena / Via Ferrara

Appartamento occupato nel condominio: scatta il blitz del commissariato

L'abitazione utilizzata come base per attività di spaccio. Le serrature cambiate con rapidità dopo che il vecchio inquilino ha consegnato le chiavi

Con una certa rapidità, avevano anche cambiato le serrature dalle porte di appartamento e garage e avevano iniziato a utilizzare la casa come base per i loro traffici.

La polizia ha sgomberato l'altra mattina una abitazione dentro un condominio di via Ferrara, nel quartiere Mazzini, dove da tempo era stata segnalata un continuo viavai, ma soprattutto la denuncia di occupazione da parte della proprietaria, una quarantenne.

Così, anche a seguito di diverse segnalazioni degli stessi condomini, il personale del commissariato Bolognina-Pontevecchio ha provveduto a sgomberare l'immobile in questione, e denunciare i relativi occupanti.

L'occupazione-lampo, poi l'inizio del viavai sospetto

In base a quanto ricostruito, tutto sarebbe iniziato con la fine del contratto di locazione del precedente inquilino. Erano appena state riconsegnate le chiavi, quando la proprietaria ha sporto denuncia: non riusciva più a entrare nell'immobile, qualcuno aveva cambiato la serratura, anche del garage.

Successivamente, anche diverso inquilini e proprietari di altre abitazioni del condominio hanno cominciato a riportare segnalazioni e denunce, dove si descriveva un continuo viavai dall'appartamento in questione, cattivo odore, rumori ricorrenti e quant'altro.

L'altro giorno infine è scattato il blitz: all'interno dei locali il personale del commissariato ha trovato tre soggetti, tutti tra 23 e i 30 anni, due dei quali con precedenti per droga, tutti irregolari sul territorio. Durante le perquisizioni sono stati trovati anche degli involucri contenenti modiche quantità di stupefacente.

L'appartamento è stato trovato in condizioni igienico-sanitarie precarie, con anche qualche infisso danneggiato. Insieme alla sostanza, nelle disponibilità dei tre ragazzi sono state rinvenute anche due tessere sanitarie, non appartenenti a nessuno degli identificati. Per questo motivo, al termine degli accertamenti, tutti e tre i giovani sono stati denunciati per ricettazione, oltre che per detenzione di sostanze stupefacenti e occupazione di edificio in concorso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appartamento occupato nel condominio: scatta il blitz del commissariato

BolognaToday è in caricamento