menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consigliera regionale in aula con figlio neonato: "Tante neomamme al lavoro troppo presto"

Per Raffaella Sensoli (M5S) la scelta di portare il proprio figlio al lavorovuole simboleggiare tante piccole difficoltà che incontra una mamma che lavora

"Spero di avere portato una bella novità". Lo dice Raffaella Sensoli, la consigliera regionale M5s che oggi ha chiesto e ottenuto di portarsi il figlioletto di quattro mesi, Leonardo, in Assemblea legislativa: è la prima volta in assoluto in Emilia-Romagna che un bambino siede nel 'parlamentino' regionale con la propria mamma.

"Visto che l'Oms incoraggia l'allattamento al seno non me la sento di fare passare mio figlio al latte artificiale", spiega Sensoli in una pausa dei lavori. "Per questo l'ho portato in aula, oltre al fatto che oggi non avevo nessuno a cui lasciarlo. Questo può essere anche un segnale, in una regione che ha un alto tasso di occupazione femminile. Purtroppo molte mamme sono costrette a rientrare al lavoro al terzo o quarto mese di vita del bambino e questo non è giusto né per loro né per i loro figli".

In questi ultimi anni, sottolinea la 5 stelle, "la politica è molto cambiata, prima le donne erano meno e spesso più avanti con l'età. Io mi ero anche informata sulla maternità, ma per le consigliere non esiste perché non versiamo contributi. Così ho chiesto l'esonero dalle commissioni perché non mi venissero sottratti i gettori di presenza. Ho chiesto anche, ma per questo servirebbe una modifica di regolamento, la partecipazione in conferenza web alle commissioni, non solo per le neo-mamme ma ad esempio anche per eventuali consiglieri infortunati o disabili".

Sensoli non è al corrente dello scontro in casa Pd avvenuto ieri al Consiglio comunale di Bologna legato proprio alla presenza di un bambino (ben più grande però) in aula durante una discussione sull'aborto. "Trovo che i bambini possano venire in contatto con contenuti molto peggiori nei programmi tv- osserva la consigliera- Di sicuro in Italia su questo c'è molto da fare". (Bil/ Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento