Mascherine non a norma, scatta sequestro da 30mila pezzi a Castenaso

La partita, senza certificazione di conformità, rintracciata per la prima volta in una farmacia di San Lazzaro

Quasi 30mila mascherine anti-coronavirus. E' il quantitativo sequestrato dalla guardia di Finanza di Bologna durante un accertamento sulla conformità di un lotto di dispositivi, rivenduto a una farmacia di San Lazzaro.

I sigilli sono scattati nei confronti di una società di Castenaso attiva nella consulenza sulla sicurezza ed igiene di posti di lavoro. Le mascherine in questione, 22600 del tipo usa e getta, ma anche ben 6856 tipo Ffp2 (destinate per legge in via prioritaria al personale sanitario), sono risultate prive del marchio CE e/o di idonea certificazione di conformità.

Tutto è emerso nell’ambito di un altro controllo, eseguito nei confronti di una farmacia di San Lazzaro di Savena, che aveva consentito di sottoporre a sequestro 370 mascherine di vario tipo, sprovviste di certificazione CE e poste in commercio in violazione della disciplina del Codice del consumo. Gli approfondimenti investigativi svolti dalle Fiamme Gialle felsinee hanno permesso di ricostruire la filiera distributiva, individuando la società di Castenaso.

Tra le altre cose, i militari hanno verificato l’assenza di specifiche comunicazioni all’Inail, così come previsto dell’attuale normativa derogatoria di cui all’art. 15 del D.L. 18/2020. Ora sono in corso accertamenti per capire se e quali altre eventuali partite di mascherine non idonee siano state distribuite in commercio, ma su questo i finanzieri stanno ancora indagando.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I rivenditori dei prodotti sequestrati saranno segnalati alla locale Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura per l’irrogazione delle previste sanzioni amministrative, mentre i dispositivi sequestrati, all’esito degli opportuni accertamenti di conformità, saranno eventualmente messi a disposizione dell’Autorità Prefettizia per la successiva distribuzione nell’ambito delle esigenze correlate all’emergenza epidemiologica.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • 23 ottobre, sciopero nazionale treni e bus: cosa c'è da sapere

  • Gianluca Vacchi firma una cashback card: oltre ai benefit, c'è anche un progetto benefico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento