Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Covid, anche i vigili del fuoco in prima linea: "Situazioni operative senza precedenti"

Dall'igienizzazione dei locali pubblici ai trasporti urgenti, sull'onda della pandemia anche l'operatività dei pompieri ha dovuto riadattarsi. Fine anno, il comando bolognese traccia il suo bilancio

"Anche l’anno 2020 ha visto il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco confrontarsi con situazioni complesse ed eventi drammatici, per prima l’emergenza legata all’epidemia da covid-19, che ha determinato anche per i Vigili del Fuoco situazioni operative senza precedenti, per la durata e per le dimensioni dell’evento, e con la gestione a livello nazionale di numerosi altri eventi di protezione civile, nei quali anche il nostro Comando Provinciale è stato impegnato nei soccorsi alle popolazioni e a ripristinare le condizioni minime per consentire l’immediata ripresa delle attività essenziali".

Così tracciano il bilancio di quest'anno che volge al termine dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Bologna, la cui attività - sottolineano - non solo è stata "indirizzata all'obiettivo di una città più sicura, ma "servita per acquisire maggiore consapevolezza sulle reali vulnerabilità di questo territorio, le specifiche peculiarità che determinano la tipicità di certi interventi ricorrenti, rispetto ai quali si indirizza e si organizza l’attività di soccorso e si individuano i campanelli di allarme che rendono necessaria una mirata attività di prevenzione".
Merita per questo motivo menzione l’attività ordinaria, svolta dal personale del Comando tutti i giorni a servizio della collettività.

Le attività del vigili del fuoco nel 2020: i dati

Dall'inizio dell'anno i vigili del fuoco hanno svolto nella provincia di Bologna 13.660 interventi di soccorso di cui  3.785 per incendi e 792 per allagamenti e danni d’acqua; ha inoltre un rilievo significativo la voce dei soccorsi e salvataggi di persone, che sono stati 3.959 di cui  80 operazioni di ricerche di persone disperse e il concorso nella ricerca di persone scomparse, che ci hanno visto operare nelle situazioni più disparate. Troppi sono ancora gli incidenti stradali, in cui sono chiamati a intervenire per il recupero e il salvataggio di persone: sino stati 491 nel 2020 quelli in cui è servito l’intervento dei Vigili del Fuoco, per la serietà dei danni e delle conseguenze alle persone.

Nel settore della prevenzione incendi nell’anno in corso sono state trattate dal Comando 4.598 pratiche di attività soggette ai controlli di prevenzione incendi. 
Il Comando ha effettuato inoltre 257 servizi di vigilanza in locali di pubblico spettacolo, esposizioni e impianti sportivi e ha effettuato 74 corsi di formazione per addetti antincendio che hanno coinvolto 856 discenti per un totale di 27 ore di attività formativa erogata.
Per tutta l’attività svolta è stato determinante il contributo di tutte le squadre di soccorso, delle Sedi permanenti e volontarie, dei funzionari tecnici che hanno coordinato le attività e del personale amministrativo, che supporta la struttura del Comando.
 

Anno del covid, l'impegno dei caschi rossi

A questi dati  si aggiunge l’attività svolta dal Comando Provinciale in concomitanza dell’emergenza COVID -19, che ha visto il nucleo NBCR del Comando coinvolto in attività di sanificazione e igienizzazione dei locali pubblici , supporto ai sindaci per le attività di informazione, assistenza per attività di Protezione Civile e supporto al trasporto di materiale urgente con squadre permanenti e volontarie del Comando. In particolare il Comando ha effettuato 89 interventi per igienizzazione di locali pubblici, attività di supporto per trasporto materiale urgente, 12 attività di supporto ai sindaci e 3 assistenza per attività di Protezione Civile.     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, anche i vigili del fuoco in prima linea: "Situazioni operative senza precedenti"

BolognaToday è in caricamento