Sciopero al Cup, venerdì prenotazione esami a rischio

A indire la giornata di astensione dal lavoro il sindacato Sgb: 'Per eliminare le code? Servono assunzioni'

Si profila un altro sciopero del personale Cup per venerdì prossimo 12 gennaio. L'Ausl di Bologna informa che a rischio saranno le prenotazioni sanitarie, e saranno possibili, quindi, riduzioni dei servizi di prenotazione presso gli sportelli CUP, il call center, il call-center e-care, il Numero verde regionale e i servizi regionali di Help Desk..

Duro il comunicato del sindacato Sgb, che ha indetto lo sciopero: "Da oltre un anno il sindacato chiede soluzioni strutturali e assunzioni per risolvere il problema endemico delle code. Problema endemico perché lasciato irrisolto perché si è deciso di dismettere un servizio che i cittadini utilizzano giornalmente a migliaia".

A scatenare la reazione del sindacato -si legge in una nota- è anche la condotta di Ausl, che "Invece di prendersi le proprie responsabilità e cercare di risolvere i problemi con un'adeguata organizzazione del servizio, i dirigenti dell'azienda sanitaria non trovano altra soluzione che addebitare ai dipendenti la responsabilità dei disservizi".

Per ridurre al minimo i disagi si ricorda che il sistema di prenotazione, pagamento e disdetta delle prestazioni specialistiche si avvale di una ampia multicanalità.
Nel territorio metropolitano bolognese, infatti, è possibile prenotare, cambiare e disdire gli appuntamenti anche attraverso le farmacie e parafarmacie, l’app “ER Salute”, il sito cupweb.it, il Fascicolo Sanitario Elettronico www.fascicolo-sanitario.it o, solo per la disdetta, il sito opencup.cup2000.it

I pagamenti, invece, possono essere effettuati online sul sito pagonlinesanita.it, presso le farmacie e parafarmacie che effettuano servizio CUP, i riscuotitori automatici presso le strutture e le casse abilitate dei supermercati Coop.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Divieto spostamenti Natale, Bonaccini: "Rischia di isolare chi vive in un piccolo comune"

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Covid, a Natale tutte le regioni in zona gialla? Bonaccini: "Aprire anche bar e ristoranti"

  • Dad e rendimento scolastico, il prof del Fermi: "E' dura, ma i vincenti trovano la via e non le scuse"

Torna su
BolognaToday è in caricamento