rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca

Gadget fascisti vietati, Salvini contro l'ordinanza: 'Certa gente vive su Marte'

Il leader della Lega punge il Pd sul provvedimento che vieta la vendita di riproduzioni e cimeli nostalgici del ventennio mussoliniano. La replica: 'Pensi ai rimborsi elettorali spariti della Lega'

"Mentre il ministro dell'Interno (del Pd) parla del rischio di terrorismo islamico, il Comune di Bologna (a guida Pd) mette fuorilegge gli accendini con la faccia di Mussolini.Certa gente vive su Marte!". E' il messaggio di Matteo Salvini, leader politico della Lega, contro l'ordinanza che a Bologna vieta di esporre e mettere in vendita articoli che si rifanno al ventennio mussoliniano. La stretta è stata recentemente approvata, dopo mesi di dibattito all'interno in consiglio comunale, dopo diverse segnalazioni provenienti da chi frequenta i mercatini dell'usato presenti nelle piazze della città.

La replica del Sindaco Virginio Merola non si è fatta attendere: "Invece di occuparsi del nuovo Regolamento del commercio del Comune -chiosa il Primocittadino- Matteo Salvini farebbe meglio a preoccuparsi di dove sono finiti i 48 milioni di euro di rimborsi elettorali della Lega messi sotto sequestro dal giudice e in gran parte non ancora trovati".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gadget fascisti vietati, Salvini contro l'ordinanza: 'Certa gente vive su Marte'

BolognaToday è in caricamento