Mercoledì, 22 Settembre 2021

Furti per migliaia di euro, traditi dall'auto e dalle telecamere: nei guai in 5|VIDEO

Un furto a Bologna, uno a Zola Predosa e un altro a Monteveglio. La base logistica in Bolognina

E' stata l'auto a portare all'individuazione dei ladri. Nella giornata di ieri, 3 settembre, la Squadra Mobile della Questura di Bologna, dopo un'indagine, coordinata dalla pm  Anna Cecilia Maria Sessa ha rintracciato
5 giovani, tutti intorno ai 20 anni, ritenuti responsabili di 3 furti messi a segno tra gennaio e febbraio 2021. 

I "colpi"

Dopo un primo "colpo" all’interno di un negozio di abbigliamento di via del Lavoro, nella notte del 19 gennaio 2021, quando era stata forzata la cancellata d’ingresso e la porta d’accesso ed erano stati asportati capi di abbigliamento firmati per un valore di oltre 10.000 euro, è scattata l'indagine.

Alcune settimane dopo, il 4 febbraio 2021, un secondo furto, con le medesime modalità, questa volta in un negozio di biciclette di Zola Predosa. I ladri anche in questo caso si sono introdotti all’interno dell’esercizio commerciale,  tranciando la rete di recinzione e rubando tre biciclette di valore di circa 3.000 euro.

Il terzo episodio si verificava a distanza di pochi giorni, il 9 febbraio 2021: dopo aver forzato il cancello di ingresso, sono stati rubati 300 kg di bronzo, per un valore di circa 2.100 euro, da un’azienda di lavorazione metalli di Monteveglio, in Valsamoggia. 

Le indagini

La Squadra Mobile, attraverso la visione delle immagini di videosorveglianza, fornite anche da una residente, ha organizzato l’attività di pedinamento e appostamento. Decisivo è stato il monitoraggio dell'auto utilizzata per spostarsi, intestata a una azienda fantasma. 

I poliziotti hanno quindi accertato che nell’esecuzione dei diversi colpi utilizzavano la stessa autovettura, una Citroen C3, con la quale si si spostavano nell’area della città metropolitana, sino alla loro base, nel quartiere Bolognina.

Il fermo

Dopo l’assunzione di tutte le informazioni, sono stati identificati dagli operatori di Polizia, 5 giovani, tutti pregiudicati, di cui quattro italiani di origine bosniaca e un cittadino cingalese. tra i 21 e i 26 anni. 

La visione delle telecamere, inoltre, ha consentito di riconoscere con precisione gli autori dei vari colpi anche in dall’abbigliamento indossato. In particolare gli operatori rilevavano un particolare costituito dal piumino indossato da uno dei ladri, anche in una foto pubblicata sui social. 

All’esito dell’attività di indagine coordinata, il Gip ha emesso a carico dei cinque la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Bologna con il divieto di allontanarsi dalla propria abitazione dalle ore 20.30 alle ore 7.00., misura immediatamente eseguita nella mattina di ieri dal personale della Squadra Mobile.

Furti nei garage: sorpresi in flagranza, scattano le manette

Furti e rapine in stazione, cinque arresti a Bologna

Si parla di

Video popolari

Furti per migliaia di euro, traditi dall'auto e dalle telecamere: nei guai in 5|VIDEO

BolognaToday è in caricamento