menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Procedimento disciplinare su Pm, Giovannini: "Emergerà correttezza del mio operato"

Così il procuratore aggiunto ha commentato l'azione disciplinare avviata nei suoi confronti dal procuratore generale della Cassazione sul della caso della farmacista Guidetti morta suicida

"Sono certo che al termine dei doverosi accertamenti emergerà l'assoluta correttezza del mio operato. Si tratta solo di avere un po' di pazienza". Così il procuratore aggiunto Valter Giovannini ha commentato l'azione disciplinare avviata nei suoi confronti dal procuratore generale della Cassazione.

Il senatore PD Luigi Mancon, Presidente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani, intervenne per chiedere chiarezza sulla vicenda della farmacista bolognese morta suicida dopo aver lasciato un biglietto accusatorio nei confronti del magistrato che l'aveva interrogata in relazione ad un furto. 
Manconi infatti aveva chiesto ai Ministri della Giustizia Andrea Orlando e dell'Interno Angelino Alfano di inviare ispettori in Procura e Questura per accertare come si svolse l'interrogatorio di Vera Guidetti. Avendo ricevuto "numerose telefonate di giornalisti e politici, specie di Bologna" per avere "conferma della incolpazione che sarebbe stata promossa dalla Procura generale della Cassazione" nei confronti di Giovannini, Manconi ha scritto in una nota che "sarebbe opportuno che la notizia venisse confermata o smentita" dallo stesso Giovannini. 

"Ancora una volta niente giudizi sommari ma dobbiamo pretendere la verità". Così scrive su Facebook il consigliere comunale di Sinistra italiana Mirco Pieralisi, alla luce dell'azione disciplinare nei confronti del procuratore aggiunto. Pieralisi ripubblica il suo intervento di dieci mesi fa in Consiglio comunale, "quando, nell'interesse della verità e della stessa credibilità delle autorità giudiziarie, posi una serie di interrogativi, in completo isolamento e nell'indifferenza (o peggio) di tutte le forze politiche e in particolare degli esponenti del Pd locale che a differenza dei senatori Lo Giudice e Manconi vollero solo non sapere e non vedere". (agenzia Dire)

IL CASO. Vera Guidetti, 62 anni e titolare della Farmacia del Sole al Pilastro, è stata trovata cadavere l'11 marzo 2015. Dalle prime ricostruzioni si sarebbe tolta la vita dopo aver tentato di uccidere l’anziana madre, di cui si occupava.
Da quanto si apprende, nella lettera la 62enne avrebbe scritto di essere stata “trattata come una criminale” durante l’interrogatorio cui venne sottoposta in questura, in merito ad un’indagine circa un furto da migliaia di euro, messo a segno ai danni di un’anziana, in via Saragozza.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

SuperEnalotto, la fortuna bacia Bologna: centrato un '5'

Salute

Covid19, vaccini dal medico di base: quello che c'è da sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento