Scuolabus e incidenti, la proposta: 'Cintura di sicurezza anche per i bimbi'

In una nota l'osservatorio regionale sulla sicurezza stradale offre un'idea: modificare i bandi per la gestione dell'accompagnamento a scuola, inserendo l'obbligatorietà delle cinture a bordo dei mezzi

Obbligare chi fornisce gli scuolabus a dotarsi di sistemi di sicurezza idonei per i bambini. E' la proposta dell'Osservatorio per la sicurezza stradale dell'Emilia-Romagna, che per mezzo del suo presidente Mauro Sorbi in una nota, viene pubblicata dopo l'incidente -senza conseguenze- che ha coinvolto una trentina di bimbi a Budrio.

"In parecchi comuni sono presenti pulmini di vecchia immatricolazione -si legge nella nota- che non sono dotati di cinture e per questa ragione la responsabilità di mantenersi seduti è in carico o all'accompagnatore (quando presente) o allo stesso autista, come prevede il codice della strada".

La dotazione dei pulmini dovrà oltretutto osservare le stringenti norme di omologazione per categoria di peso ed età, perché, si ricorda, "utilizzare un sistema di ritenuta non idoneo può invece rivelarsi pericoloso".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

Torna su
BolognaToday è in caricamento