menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Antonio Gramegna

Foto Antonio Gramegna

Il coordinatore di Malattie Infettive: "Tanti infermieri rivedono il film di marzo, siate responsabili"

Il post del coordinatore infermieristico del reparto di Malattie Infettive del Policlinico di Sant'Orsola

"Non chiamateci eroi, ma aiutateci prevenendo i contagi". Una riflessione e un appello che sia da monito e aiuto per contrastare la diffusione del virus. È quello di Antonio Gramegna, coordinatore infermieristico delle Malattie Infettive del Policlinico di Sant'Orsola, che affida a Facebook il suo stato d'animo e condivide la foto di un collega stremato dai turni in ospedale.

"Dopo 14 ore di lavoro consecutive per trasferire pazienti, organizzare e aprire un altro reparto covid i pazienti iniziano ad arrivare uno dopo l'altro. Lui – scrive Gramegna – è un infermiere che come me si è ammalato di covid a marzo mentre ci prendevamo cura di molti pazienti che arrivavano in reparto e non respiravano, guariti siamo ritornati in corsia a curare persone senza risparmiarci".

"Oggi infilato in una tuta/camice, provvisto di maschera e scudo protettivo, lui è l’immagine di tanti infermieri che stanno rivivendo lo stesso film di marzo – scrive –, io lo osservo e mi rendo conto in questo suo atteggiamento raccolto prima di entrare in camera quanta preoccupazione c’è ma noi siamo infermieri e possiamo solo curare le persone. A voi tutti chiedo con forza di non chiamarci “eroi” ma di adottare comportamenti che prevengano i contagi, questo è l'unico modo possibile che avete per esprimere la vostra riconoscenza all’impegno e alla dedizione che ogni giorno mettiamo nell'essere infermieri e prenderci cura della vostra salute".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento