rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022

Giunta Metropolitana, Lepore:"Non correnti ma competenze" | VIDEO

Nominati sia Panzacchi di Rete Civica che Veronesi di Italia Viva

Quella nominata per la Città metropolitana di Bologna "è una Giunta di persone qualificate, sono quelle che i cittadini e i consiglieri comunali hanno eletto", dichiara il sindaco Matteo Lepore a margine di un evento in Bolognina: "Non è stata fatta con il bilancino ma guardando alle competenze e alla rappresentanza territoriale.

Ovviamente ci sono dentro persone che non hanno partecipato alle primarie e non è certo stata fatta guardando alle logiche di corrente del Pd". Intanto, Lepore fa un bilancio del primo scorcio di mandato. Cominciando dal Passante: stanotte in Comune è arrivato l'ultimo via libera e "siamo davvero contenti di questo risultato. Nei primi due mesi di Giunta abbiamo approvato un bilancio economico molto importante che mette in sicurezza il welfare e il Passante, oltre ad aver ricevuto l'ok e i finanziamenti per le prime due linee del tram. Quindi siamo molto contenti e soddisfatti di questi primi due mesi".

Oggi, poi, "ho annunciato la nuova Giunta metropolitana e tutto questo prima ancora di aver presentato il programma di mandato - sottolinea il sindaco - che presenterò alla fine dei primi 100 giorni e cioè alla fine di gennaio. Direi che si può fare un bilancio molto positivo di una città che sta rispondendo bene perché sta lavorando, nonostante il Covid e le difficoltà del momento".

Forza italia: "Panzacchi con Lepore, giochi svelati"

La mossa del sindaco Matteo Lepore, che ha pescato dai banchi dell'opposizione il nome di Barbara Panzacchi (Rete civica) per la composizione della Giunta in città metropolitana, crea scompiglio nel centrodestra bolognese. "Se qualche elettore si sente tradito, dispiace ma credo debba chiedere conto a chi ha stretto quei patti di cui Panzacchi è solo la pedina finale", attacca Fi con una dichiarazione firmata da Erika Seta, vicecoordinatrice provinciale e capogruppo di centrodestra a Casalecchio.

"Apprendiamo senza il minimo stupore" della nomina di Panzacchi, "eletta anche con l'appoggio del centrodestra- scrive Seta- esponente del movimento civico il cui leader regionale è Marco Mastacchi, ex sindaco di Monzuno e attuale consigliere regionale eletto nella lista della presidente Borgonzoni". La sindaca di Monghidoro riceve la delega "ad uno dei settori più politicizzati, il turismo, andando di fatto a governare con il Pd e sottraendo quindi un esponente alle opposizioni", continua la forzista: "Non ci si può certo stupire avendo il movimento civico più volte dato prova di prediligere la svolta verso sinistra, paventando la sua libertà di azione".

Per Seta parlano anche "le stesse origini del movimento civico e il suo schierarsi in occasione di alcune tornate elettorali, Casalecchio docet": infatti "il capogruppo del movimento civico dichiarò che in caso di ballottaggio avrebbero appoggiato il Pd", segnala la forzista. Questi comportamenti dimostrano, affonda Seta, "che Rete civica non è altro che uno strumento di derivazione di una sinistra casiniana, utile a sottrarre voti al centrodestra quando serve". A Palazzo Malvezzi, ora che Panzacchi "è di fatto transitata in maggioranza- aggiunge Seta- i giochi si sono svelati". (Dire)

Città metropolitana: ecco le deleghe alle consigliere e ai consiglieri

Video popolari

Giunta Metropolitana, Lepore:"Non correnti ma competenze" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento