Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Via San Vitale Ovest

Truffa delle specchietto: 49enne ci casca, ma i carabinieri fermano due giovani

Conosciuti alle forze dell'ordine, sono stati rintracciati due 19enni che hanno messo a segno l'ennesima truffa dello "specchietto retrovisore" sulla San Vitale

Due diciannovenni di Noto (SR) fermati dai Carabinieri di Medicina e Castel Guelfo per truffa in concorso. L’arresto è stato eseguito mercoledì pomeriggio, al termine di una denuncia presentata da un 49enne, vittima dell’ennesima truffa dello specchietto retrovisore, verificatasi nella mattina lungo la via San Vitale.

I due, a bordo di una Peugeot 206, si sono affiancati alla Toyota Yaris dell’uomo e gli hanno fatto cenno di fermarsi, sostenendo di essere stati accidentalmente urtati in fase di sorpasso. La truffa è andata a buon fine perché i due, noti alle forze dell’ordine per i precedenti di polizia specifici, sono riusciti farsi consegnare 50 euro dal conducente, a titolo di “risarcimento danni”. La vittima, sospettando qualcosa, ha telefonato al 112, ma i due truffatori si erano ormai allontanati. Qualche minuto dopo, i due sono stati rintracciati dai Carabinieri nei pressi della località San Carlo. Il denaro è stato recuperato e restituito al quarantanovenne, mentre i due giovani sono finiti in manette. Al termine degli atti, i due, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati rimessi in libertà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa delle specchietto: 49enne ci casca, ma i carabinieri fermano due giovani

BolognaToday è in caricamento