Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Centro Storico / Via Cesare Boldrini

Morto accoltellato ai giardini di via Boldrini: probabile regolamento conti

Brutale aggressione legata allo spaccio di droga: questa la tesi più accreditata dietro l'uccisione del nordafricano, freddato venerdì in centro. La vittima è un nordafricano, sbarcato a Lampedusa 20 giorni fa'

Un regolamento di conti maturato nell'ambiente dello spaccio di droga: questa la pista più accreditata, ma non l'unica, su cui è concentrata la polizia che indaga sull'accoltellamento del tunisino 40enne trovato morto venerdì pomeriggio nei giardini di via Boldrini, nel centro di Bologna. Il nord africano, originario di Sfax, era sbarcato a Lampedusa venti giorni fa e poi era stato portato al centro immigrati di Manduria (dove risulta formalmente residente) ed era titolare di un permesso di soggiorno per motivi umanitari.

 Secondo alcune testimonianze sarebbe stato aggredito da due persone che prima di colpirlo gli avrebbero rivolto alcune frasi in arabo. Secondo una prima ricostruzione lo straniero è stato avvicinato in strada. Uno dei due aggressori l'ha colpito con due pugni alla testa. L'altro gli ha sferrato due coltellate alla coscia sinistra per poi colpirlo altre due o tre volte dietro alla gamba. I due aggressori si sono poi allontanati con un'auto.

Sulla vicenda la Procura di Bologna ha aperto un fascicolo per omicidio contro ignoti. In corso le indagini della squadra mobile che pur ritenendo quella legata allo spaccio di droga l'ipotesi più verosimile non esclude altre piste.

 

(fonte Agi)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto accoltellato ai giardini di via Boldrini: probabile regolamento conti
BolognaToday è in caricamento