Lutto nel mondo della cultura: morto Mario Nanni, il partigiano-artista

Aveva 97 anni. Grande impegno nell'arte, da giovanissimo aveva combattuto nella brigata Stella Rossa di Musolesi

"Da oggi il mondo della cultura è più povero: con la morte di Mario Nanni scompare l'ultimo 'maestro informale bolognese'. Lo ricordo come una persona di spessore e di grande umanità a cui siamo tutti grati per quanto di bello ha fatto per la nostra comunità. Ai suoi cari, a quanti hanno avuto l'onore di conoscerlo e di lavorare con lui vanno le nostre più sentite condoglianze".

Così la presidente dell'assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, Simonetta Saliera, ricorda Mario Nanni, artista poliedrico scomparso questa notte a 97 anni. Dopo aver combattuto giovane partigiano nella brigata Stella Rossa agli ordini di Mario 'Lupo' Musolesi, Nanni contribuì alla ricostruzione del Comune di Monzuno.

L'ex partigiano dedicò poi la sua vita all'arte, sperimentando le più moderne tecniche pittoriche e ricevendo tributi e gratificazioni a livello nazionale e internazionale, dalla Biennale di Venezia ai principali musei d'arte.

Uomo aperto alle sfide, Nanni nel 2017 accettò di collaborare alla rinascita culturale dell'assemblea legislativa regionale non solo donando proprie opere -fa sapere la Regione-, ma accettando di inaugurare la partecipazione del parlamento regionale a ArteFiera-ArtCity con la sua personale "Mappe, Segno, Ambiente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre nel 2017 Saliera e l'assessore al Comune di Monzuno Pavesi avevano più volte sensibilizzato, purtroppo senza risultato, il Comune di Bologna affinché insignisse Nanni del Nettuno d'Oro come riconoscimento di una vita dedicata alla passione civile e all'arte. La proposta fu sostenuta da un gran numero di artisti di livello internazionale (da Otto Gabos a Mirta Carroli, da Maurizio Osti a Nanni Menetti, da Claudio Spadoni, già direttore di Arte Fiera, a Sandra Festi) che sottoscrissero un appello pubblico. (Red/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Riaprono i confini, controlli serrati in autostrada: maxi-sequestro di Vespe rubate in A1

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento