rotate-mobile
Cronaca Navile

Adolescenti e pandemia, al Navile corsi di sopravvivenza: "Scoperta delle proprie potenzialità"

Centro estivo in stile 'Cast away', il film con Tom Hanks alias Chuck Noland, che si ritrova solo su un'isola deserta, dopo che l'aereo sul quale viaggia precipita

Dopo i due anni di isolamento dovuti alla pandemia, il Quartiere Navile a Bologna lancia un centro estivo in stile 'Cast away', il film di Robert Zemeckis, con Tom Hanks alias Chuck Noland, che si ritrova solo su un'isola deserta, dopo che l'aereo sul quale viaggia precipita nell'Oceano Pacifico. Obiettivo del quartiere è facilitare il recupero del rapporto con gli altri e nsegnare agli adolescenti vere e proprie tecniche di sopravvivenza.

A spiegarlo è presidente del Navile, Federica Mazzoni, parlando alla 'Dire'. "Gli effetti del Covid e dell'isolamento sono stati particolarmente gravosi per bambini e adolescenti, che si sono visti privare della socialità in un momento così delicato della crescita". Per questo "pensare a loro e a costruire dei momenti di vita all'aria aperta, che permettano di riappropriarsi del contatto con gli altri, sotto la guida di educatori attenti ed esperti, potendo vivere del tempo di qualità anche durante il periodo estivo, è una nostra priorità".

L'idea del ùQuartiere Navile, "nasce da una riflessione rispetto al periodo attuale e alla condizione di adolescenti e pre-adolescenti in una fase post-pandemica, dove diventa fondamentale recuperare il contatto con gli altri e con se stessi in un contesto il più possibile naturale e stimolante". Da questo punto di vista, "la natura pone di fronte ai propri limiti, ma soprattutto permette la scoperta delle proprie potenzialità".

Il progetto pensato dal Quartiere Navile, dunque, "vuole offrire ai ragazzi una nuova opportunità attraverso la sperimentazione di una proposta particolarmente avvincente e accattivante che, se partecipata ed efficace, potrà magari nei prossimi anni essere ampliata a tutti i cittadini in età". L'iscrizione al centro estivo sarà mediata dal Quartiere, e in particolare dal Servizio educativo e scolastico territoriale, "quotidianament... a contatto con le scuole e le famiglie, affinchè, non potendo ampliare l'offerta ad un alto numero di partecipanti, possano essere raggiunti quei ragazzi e ragazze che altrimenti non potrebbero beneficiare di tali esperienze". (dire) 

Disagio sociale post pandemia: psicologi in ogni distretto sanitario

Salute, guerra e pandemia: i consigli dello psicoterapeuta per spiegare tutto ai più giovani

Foto Dal film "Cast Away" foto Cineteca di Bologna 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adolescenti e pandemia, al Navile corsi di sopravvivenza: "Scoperta delle proprie potenzialità"

BolognaToday è in caricamento