Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Neve e pioggia a Imola: fiumi Sillaro e Santerno sorvegliati speciali, chiuse piste ciclo-pedonali

Polizia Municipale e Protezione Civile in piena attività per monitorare i corsi d'acqua e i torrenti in piena. Chiuse tutte le piste ciclopedonali che corrono a fianco del fiume Santerno

A seguito dell’attivazione della fase di preallarme a Imola per quanto riguarda criticità idraulica, diffusa ieri dalla protezione civile regionale, da ieri si è attivato il Servizio di Protezione Civile del Comune, coadiuvato dal volontariato di Protezione civile locale, con il supporto anchedella Polizia Municipale, per tenere monitorata la situazione.

Oggi verso le 12,30 il Servizio di Protezione Civile del Comune, coadiuvato dal volontariato di Protezione Civile locale ha provveduto a chiudere in via precauzionale tutte le piste ciclopedonali che corrono a fianco del fiume Santerno nel suo tratto cittadino dal ponte Tosa fino al ponte della ferrovia (a cominciare da quella che corre sotto il ponte di viale Dante), la via delle Lastre (la strada che costeggia via Tiro a Segno nell’area lungofiume), l’accesso alle aree golenali e agli orti anziani di via Banfi – Graziadei.

Il Comune di Imola fa sapere che sono giunte chiamate al centralino della Polizia Municipale per segnalare alcuni fossi pieni d'acqua lungo la via Lughese - via Lasie, in via Tinti - via Dal Monte e in via Ghiandolino, ma dai sopralluoghi effettuati non sono risultate criticità tali da interrompere la circolazione, che è potuta proseguire.

In particolare nel pomeriggio osservati speciali sono stati il Sillaro, ed i canali Correcchio e Ladello, in particolare nel tratto a nord dell’autostrada, dopo Sasso Morelli. Piccole esondazioni si sono registrate nel primo pomeriggio in destra (via Case Nuove-via della Buonasera) e sinistra (viaChiesa di Sesto e via di Dozza) del Sillaro, all’incirca fra Giardino e Sesto Imolese. In questi duecasi il Sillaro ha superato gli argini, allagando alcuni campi coltivati ma senza interessare né lestrade né le abitazioni limitrofe.

Nel corso della notte proseguirà il monitoraggio. In particolare i canali Correcchio e Ladello saranno monitorati dal Servizio di Bonifica Renana; il Sillaro da Servizio tecnico Bacino del Reno Regione Emilia Romagna, mentre il Santerno è monitorato anche attraverso la centralina idrometrica di allerta posta alla diga di Codrignano. Proseguiranno, inoltre, anche in tarda serata, i contatti costanti fra il Servizio di Protezione civile del Comune di Imola e l’Agenzia Regionale della Protezione civile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve e pioggia a Imola: fiumi Sillaro e Santerno sorvegliati speciali, chiuse piste ciclo-pedonali

BolognaToday è in caricamento