Accoltellamento Niccolò Bettarini, figlio di Simona Ventura: scarcerato uno degli aggressori

Il figlio di Stefano Bettarini e Simona Ventura era stato ferito davanti a una discoteca milanese. La Polizia la stessa notte aveva fermato per tentato omicidio quattro giovani tra i 20 e i 30 anni

A uno degli accoltellatori di Niccolò Bettarini, figlio di Stefano e Simona Ventura, sono stati concessi gli arresti domiciliari. A deciderlo il gip Guido Salvini, in seguito alle richieste degli avvocati del 30enne Davide Caddeo, ai quali erano stati dati 9 anni di carcere. I domiciliari sarebbero stati concessi per la vita "difficile" del giovane, tossicodipendente fin da giovanissimo. 

Quattro condanne: "Fu tentato omicidio"

Il gup di Milano, Guido Salvini, aveva condannato i quattro gli imputati a 9 anni di carcere è stato condannato con rito abbreviato a Davide Caddeo, accusato di tentato omicidio per aver sferrato le coltellate al ragazzo. Era stato accoltellato all'alba del 1° luglio, raggiunto fuori della discoteca Old Fashion di via Alemagna a Milano.  La Polizia la stessa notte aveva fermato per tentato omicidio quattro giovani tra i 20 e i 30 anni .

Chi è Niccolò Bettarini

Diciannove anni, primogenito di Simona Ventura e Stefano Bettarini, Niccolò gode di un grande seguito sui social. Appassionato di calcio, è balzato alle cronache l'anno scorso fa in seguito alla relazione lampo avuta con la fashion blogger (e poi corteggiatrice di Uomini e Donne) Ginevra Lambruschi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultraleggero precipitato ad Argelato: morto in ospedale il giovane pilota

  • Precipita con l'aereo, morto a 23 anni: chi era la vittima

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Perdita d'acqua in via Indipendenza, negozi allagati e disagi al traffico | VIDEO - FOTO

  • Al Maggiore primo intervento al mondo di asportazione di colon e fegato eseguito con robot

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

Torna su
BolognaToday è in caricamento