Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Via Giuseppe Borgatti

Omicidio via Borgatti, letale la coltellata alla gola: soccorsi immediati avrebbero salvato l'anziana?

E' quanto il medico legale dovrà appurare, intanto l'autopsia ha stabilito la causa del decesso. Carabinieri ancora sulla scena del delitto per trovare riscontri al racconto fornito dalla badante della pensionata, arrestata per omicidio

Letale la coltellata alla gola per l’84enne bolognese, Teodolinda Capitani, uccisa nel suo appartamento di via Borgatti lo scorso venerdì. A decretare le cause della morte è stata l’autopsia svolta sul cadavere, che presentava lesioni anche su altre parti del corpo.

Nel frattempo continuano le indagini. I carabinieri sono tornati sul luogo dell’assassinio, per delineare con più chiarezza i momenti dell’aggressione. Al momento quanto si sa è quello riferito dalla badante dell’anziana, arrestata con l’accusa di omicidio, dopo aver confessato di aver colpito l’84enne inseguito ad un litigio per questioni lavorative. Gli inquirenti in sintesi dai sopralluoghi vogliono trovare riscontro al racconto fornito dall’arrestata.
Rimane ancora da stabilire, infine, se la morte della pensionata sia stata immediata, o se pronti soccorsi avrebbero potuto salvarle la vita.

Gli accertamenti dovranno anche chiarire se la morte dell'anziana sia stata immediata oppure se la vittima, con un pronto intervento dei soccorsi, avrebbe potuto salvarsi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio via Borgatti, letale la coltellata alla gola: soccorsi immediati avrebbero salvato l'anziana?

BolognaToday è in caricamento