"Schiamazzi e danni in piazza Carducci": residenti ne chiedono la chiusura

Raccolta firme di un comitato sui ritrovi di diversi giovanissimi nelle ore notturne

Una raccolta firme per chiudere piazza Carducci nelle ore serali. Sono le mosse di un comitato di residenti della nota piazza dentro porta in zona Santo Stefano, dopo una estate che -a loro dire- è stata resa pressoché insonne da un gruppo di giovani. 

"Questi ragazzi -si legge in una sorta di lettera aperta mandata alla stampa- sono soliti ad assembrarsi e ad urlare, deturpare gli arredi urbani, bere alcolici e sporcare l’ambiente, ascoltare la musica ad alto volume, espletare i bisogni fisiologici e praticare attività sportive. Addirittura, spostano frequentemente una panchina non fissata a terra, scavalcano i cancelli e, a volte, cercano di sfondare il portone del museo".

Per questo, in sintesi, si chiede al sindaco di "emettere un’ordinanza che, dopo una certa ora della sera, non sia possibile accedere e stazionare nella piazza". e di "controllare il parco con agenti, anche in borghese" e ancora di "di utilizzare anche la videosorveglianza al fine di identificare le persone che delinquono nell'area verde".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento