menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reno-Galliera, quattro giovani dalla 'bassa' al conservatorio di Mosca

Vincitori del Premio Alberghini, i giovani compositori potranno partecipare alle selezioni per stage di perfezionamento tecnico nelle più prestigiose accademie musicali russe

Alessandra Esposito, Nicola Scialdone, Giacomo Marchesini, Giulio Pastorello, vincitori della prima edizione del premio Alberghini, sono stati scelti e invitati a partecipare a un importante stage di alto perfezionamento presso la Gnesins Russian Academy of Music e il Moscow Tchaikovsky Conservatory.

Ad annunciarlo Belinda Gottardi, Presidente dell'Unione Reno Galliera, e Cristiano Cremonini, referente artistico del Premio, mentre ci si appresta a celebrare i vincitori della seconda edizione, con il concerto finale in programma il prossimo 8 aprile.

I ragazzi, tutti tra i 16 e i 21 anni e tutti conservatoristi, provengono da Castel Maggiore e Galliera: nonostante l'età giovane, hanno già maturato i primi passi di una robusta carriera da compositori. Esposito e Pastorello sono pianisti, mentre Scaldone e Marchesini compongono e suonano musiche con l'oboe.

Il periodo di permanenza avrà una durata di circa tre settimane, a partire dal mese di maggio 2017. I costi di viaggio, vitto e alloggio sono sostenuti dall'Ambasciata italiana. Il piano di studi presso le istituzioni russe prevederà l'approfondimento tecnico?interpretativo del repertorio dei singoli strumenti, musica da camera, lingua russa e storia della musica russa.

Il Premio Giuseppe Alberghini - Giovani Musicisti e Compositori della Città Metropolitana di Bologna concorso istituito nel 2015 dall'unione di comuni Reno-Galliera con la collaborazione del Maggio Fiorentino, conferma così la bontà del progetto artistico e la qualità delle collaborazioni messe in campo, mandando alcuni dei vincitori a studiare musica all'estero.

Un'opportunità unica ora viene offerta ai vincitori del 2016, grazie alla collaborazione con l’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino/Opera di Firenze. Infatti su espressa richiesta di Luca Ioseffini, Direttore Generale dell'Accademia del Maggio Musicale Fiorentino - Opera di Firenze, che ha avuto modo di apprezzare l'alta valenza culturale del Premio Alberghini, la Commissione artistica del concorso ha segnalato i nominativi di quattro strumentisti risultati vincitori della prima edizione, al fine di poter consentire loro di concorrere ad un progetto di scambi internazionali Italia-Russia.

Si tratta di un'importantissima opportunità riservata ai giovani musicisti italiani, avviatasi con successo l'anno scorso grazie alla collaborazione fra l'Accademia e l'Ambasciata d'Italia a Mosca, che prevede stage di alto perfezionamento presso alcune delle massime istituzioni musicali moscovite, come la Bolshoi, la Vishnevskaya, la Gnesins Russian Academy of Music e il Moscow Tchaikovsky Conservatory.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento