menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenze sessuali di gruppo e ricatti per non rivelare la relazione: due arresti

Dapprima avrebbero avanzato delle richeste di denaro, per non "mettere in piazza" la relazione clandestina, o divulgare foto e messaggi privati, poi le violenze

Avrebbero approfittato di situazioni familiari difficili o di momenti di crisi per "adescare" le loro vittime, fino a quando non sono finiti in arresto, per mano dei Carabinieri, questa mattina. Si tratta di due pluripregiudicati, un bolognese di 25 anni e un napoletano di 32, residenti in provincia di Bologna, entrambi accusati di violenza sessuale di gruppo ed estorsione ai danni di 5 giovani donne. Un terzo uomo, 30enne di origina turca, è al momento solo indagato, già sottoposto a obbligo di dimora, dovrà chiarire la sua posizione. 

L'indagine è partita a luglio del 2019, quando l'ex marito di una donna ha raccolto il suo sfogo e l'ha spinta a denunciare, incoraggiando così anche le altre vittime, tutte italiane e residenti nel bolognese. 

Il modus operandi

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, i soggetti cercavano di instaurare rapporti di amicizia, attraverso i social network, approfittando di situazioni familiari difficili o di momenti di fragilità, anche in base alle "voci" di paese. Quindi le consolavano e quando l'amicizia si tramutava in relazione, scattavano i ricatti e le violenze. 

Dapprima - hanno evidenziato i militari - chiedevano denaro per non "mettere in piazza" la loro relazione, o divulgare foto e messaggi, in due casi sarebbero arrivati a violentare le  vittime. Per una di loro, la violenza sarebbe stata di gruppo, messa in atto dai due arrestati e non si esclude anche il conivolgimento dell' terzo uomo indagato. Una delle donne ha riferito ai Carabinieri che una volta era in auto ed era stata ricattata davanti alla figlia minorenne. 

L'estorsione avrebbe "fruttato" almeno 50mila euro. Visti i precedenti del 25enne e del 32enne, per reati contro la persona, le indagini proseguono per accertare altri eventuali episodi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Superenalotto, la dea bendata bacia Vergato: centrato un '5'

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento