menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smart Hospital al Sant'Orsola: bar sempre aperti, pizzeria e orto interno

E a partire dall'autunno, un nuovo servizio di navetta interna, bike e car sharing ed estensione del wi-fi. E' il progetto 'Smart Hospital'

Bar aperti fino a sera, una pizzeria e un orto. Dove? All'interno del Policlinico Sant'Orsola. Si tratta del progetto Smart hospital che prevede la concessione dei servizi interni ai padiglioni a un unico gestore per bar, edicole, distributori automatici, pubblicità e persino per il noleggio dei televisori e di altri dispositivi per i pazienti.

Tutto a partire dal 1° agosto. Gli orari dei bar saranno allungati in media di tre ore nei giorni feriali e ben sei ore in più al sabato e nei festivi, mentre il bar centrale al padiglione 17 resterà aperto tutti i giorni fino alle 21. Inoltre, saranno aperti gradualmente nuovi esercizi dentro al Policlinico, come una pizzeria e laboratori per incontri sul cibo aperti alla cittadinanza. E poi ina nuova linea di prodotti salutistici nei distributori automatici e infine un orto interno.

A partire dall'autunno, un nuovo servizio di navetta interna, in supporto alla navetta aziendale, un servizio di bike e car sharing e un'offerta innovativa di dispositivi multimediali per i pazienti, con l'estensione del wi-fi.

BANDO UNICO. E' stato vinto da un gruppo di imprese che oltre alla capofila Sirio Ristorazione vede la presenza di Daem, Arch-o, Meneghini e associati. Per la gestione dei servizi le quattro aziende verseranno al Policlinico, oltre al pagamento delle utenze, un canone di 1,7 milioni ogni anno, incrementato in proporzione all'eventuale aumento degli introiti.

"Abbiamo voluto costruire- spiega in una nota il direttore dei Servizi di supporto alla persona, Marco Storchi- un sistema di servizi diffusi innovativo, dinamico e sostenibile, capace di offrire un'accoglienza di qualità alle 20.000 persone che ogni giorno frequentano il Policlinico tra pazienti, familiari, personale sanitario e tecnico-amministrativo, studenti, volontari e fornitori. Con Smart Hospital realizziamo inoltre un passo in più per valorizzare il cibo come elemento della cura e supporto per rimanere in salute". Ai partecipanti al bando di gara, infatti, era stata chiesta anche la disponibilità a  investire e ideare servizi integrativi per migliorare l'accoglienza. (agenzia dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento