menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di 'fumo' e cocaina nella Cintura: scattano arresti e perquisizioni

Operazione dei carabinieri di Borgo Panigale su impulso della procura. Misure cautelari per tre persone, ma sono una cinquantina gli indagati

Oggi i Carabinieri di Bazzano e Borgo Panigale, hanno arrestato tre persone per spaccio di sostanze stupefacenti. Gli arresti hanno riguardato una ben più ampia indagine, ribattezzata 'corda spezzata', sullo spaccio al dettaglio a Borgo Panigale, a Casalecchio e in Valsamoggia e anche in alcuni comuni del modenese.

Le misure cautelari (pm Nicola Scalabrini, gip Domenico Truppa) sono scattate per un 48enne italiano, un 34enne e un 42ennne, marocchini, ritenuti responsabili, a vario titolo, di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope.

Nel complesso, in una indagine andata avanti diversi mesi, gli investigatori hanno recuperato 500 grammi tra hashish e marijuana, arrestato sei persone e denunciato una cinquantina di altri soggetti

Sono stati inoltre individuati e sottoposti a chiusura alcuni esercizi pubblici utilizzati dai pusher come luogo di ritrovo per l’approvvigionamento e la vendita delle sostanze stupefacenti che avveniva nei confronti di una rete di clienti “fidelizzati” e compratori occasionali, mediante appuntamenti e l’utilizzo di linguaggi in codice: “TARTUFO” per indicare la cocaina e “DATTERI” per indicare l’hashish.

Durante l’operazione di oggi, oltre ai tre soggetti destinatari della misura e sottoposti agli arresti domiciliari, i militari di Borgo hanno eseguito nove perquisizioni personali e domiciliari a carico di soggetti italiani, albanesi e marocchini coinvolti nell’indagine e deferiti a piede libero all’Autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento