menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Spese pazze' in Regione, Procura chiede condanna per Manes Bernardini

Chiesti due anni e sei mesi al civico di Insieme Bologna, indagato per peculato. Condanne richieste anche per altri due ex del carroccio in Regione

La pm Morena Plazzi ha chiesto al Tribunale di Bologna di condannare Manes Bernardini, Stefano Cavalli e Maurizio Parma, rispettivamente a due anni e sei mesi e due anni e tre mesi, nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte 'spese pazze' dei gruppi regionali.

Al centro del procedimento, tra le voci di spesa rimborsate agli allora consiglieri regionali, ci sono tre consulenze per Bernardini e Parma. Per quanto riguarda Bernardini, da una iniziale contestazione di circa 44.000 euro, poi notevolmente ridotta, la pm punta l'attenzione su alcune spese nei ristoranti, e su due consulenze da 1.500 euro: la prima a una ragazza che, secondo la ricostruzione della Procura, si occupava di accogliere gli ospiti delle iniziative elettorali di Bernardini durante la campagna elettorale per le elezioni comunali di Bologna del 2011, e la seconda a una praticante dello studio legale dello stesso ex consigliere, che però non si sarebbe mai vista in Regione.

Infine, al civico di Insieme Bologna vengono contestati una serie di acquisti, tra cui dei cd musicali, un decoder Samsung, e un abbonamento biennale da 3.752 euro a un sistema di ricerca e aggiornamento on line per avvocati. Chiesta l'assoluzione, invece, per le spese relative ai parcheggi, a una serie di cene, e per quelle effettuate per ospitare in albergo a Porretta esponenti politici come Magdi Allam e Mario Borghezio.

I tre imputati, al tempo consiglieri del carroccio in regione, sono accusati di peculato. La sentenza è prevista per il 24 marzo. La requisitoria della difesa è stata preceduta da quella dell'accusa, dove è stata ridimensionata la portata delle contestazioni agli imputati. Per il resto delle contestazioni è stata invece chiesta l'assoluzione. "Non ci troviamo di fronte a spese pazze -ha dichiarato il Pm- se non con rare eccezioni e che non riguardano il caso della Lega Nord".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento