Cittadella giudiziaria alla ex caserma Staveco: oggi l'ok da Roma

Il protocollo d'intesa siglato questa mattina a Roma presso il Ministero della Giustizia

Gli uffici giudiziari di Bologna avranno sede all'ex caserma STA.VE.CO". Lo prevede il protocollo d'intesa siglato questa mattina a Roma presso il Ministero della Giustizia, alla presenza del titolare Andrea Orlando, del direttore Generale dell'Agenzia del Demanio Roberto Reggi, del sindaco Virginio Merola, del presidente della Corte d'Appello di Bologna Giuseppe Colonna, del Procuratore generale di Bologna Ignazio De Francisi e dal provveditore Interregionale OO.PP Lombardia- Emilia Romagna Pietro Baratono.

“Quello di oggi è un risultato molto importante – sottolinea il sindaco Virginio Merola – perché ci permette di avviare una grande operazione nel rispetto di previsioni urbanistiche già fissate in un’area strategica della nostra città. Il futuro trasferimento permetterà allo Stato di risparmiare cospicui affitti, creerà una cittadella giudiziaria diffusa tra il centro e l’area immediatamente esterna ai viali, oltre a un grande parco urbano, e consentirà altri interventi di valorizzazione”.

Il progetto di trasferimento "punta a sanare la situazione di criticità logistica attualmente esistente e risponde alla necessità di aderire al piano di razionalizzazione dei beni immobili utilizzato dalle amministrazioni dello Stato" si legge inuna nota.

Il complesso di circa 40mila mq permetterà la formazione di una "cittadella giudiziaria", un'operazione che consentirà di riqualificare il compendio immobiliare pubblico, consentendo così a magistrati, personale amministrativo e avvocati di svolgere la propria attività in un ambiente migliore, ma permettera' un notevole abbattimento della spesa corrente connessa ai diversi contratti di locazione passiva, ad oggi pari a circa 5 milioni di euro annui.  

"L’impegno dell’avvocatura bolognese non termina certo qui e oggi - scrive in una notal'ordine degli avvocati bolognesi -  continueremo a essere forza propulsiva del progetto, a sollecitare e a vigilare per la sua realizzazione più rapida e funzionale, nell’interesse non solo degli operatori di giustizia ma anche dell’intera collettività". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Divieto spostamenti Natale, Bonaccini: "Rischia di isolare chi vive in un piccolo comune"

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Covid, a Natale tutte le regioni in zona gialla? Bonaccini: "Aprire anche bar e ristoranti"

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

Torna su
BolognaToday è in caricamento