menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Calci e pugni ai poliziotti e volante danneggiata: 31enne in manette per tentata rapina

Due gli arresti ieri a Bologna: nel secondo caso un soggetto è stato condotto in carcere per una tentata rapina in un supermercato

Due arresti per tentata rapina impropria nel pomeriggio di ieri a Bologna. Il primo in via Berti all'interno del parco Giardino Pierfrancesco Lorusso e l'altro alla Lidl di via Baracca.

Nel primo episodio un cittadino marocchino del 1990 ha provato a rubare il cellulare di un connazionale, classe 1987, dopo avergli sferrato un pugno al volto. Giunta la volante allarmata dalla vittima, sanguinante da uno zigomo, la stessa ha indicato agli agenti il reo che era rimasto sul posto. Questo ha inizialmente opposto resistenza sferrando calci e pugni e solo con l'ausilio di altra volante gli agenti sono riusciti ad ammanettare il soggetto, che proseguiva ancora a sferrare calci.

Salito a bordo dell'auto, ha continuato a danneggiare la portiera e il finestrino. Nella colluttazione un poliziotto è rimasto ferito ed è stato dimesso con dieci giorni di prognosi.  

Il reo, che ha rifiutato di dare le sue generalità, è stato portato in questura e fotosegnalato. Risultavano a suo carico numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e la pubblica amministeazione, rapina, furto (aggravato, in abitazione, con strappo), ricettazione,  resistenza, false attestazioni, danneggiamento e lesioni. Arrestato per lesioni finalizzate alla rapina, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni finalizzate alla resistenza, è stato deferito in stato di libertà per rifiuto di fornire le proprie generalità, false attestazioni (aveva poi dato un nome falso) e danneggiamento aggravato. L'uomo è stato portato alla Dozza in attesa di convalida.

Il secondo arresto è avvenuto sempre nel pomeriggio di ieri al supermercato Lidl di via Francesco Baracca. Alle 17 circa un cittadino romeno del 2002 è stato arrestato per tentata rapina in concorso con soggetto ignoto. Il 22enne era infatti entrato nel supermercato con un amico che aveva riempito uno zaino di oltre 500 euro di merce. Visto dal vigilante, quest'ultimo si dà alla fuga abbandonando lo zaino mentre il 22enne, bloccato all'interno del negozio, spintona violentemente l'addetto alla sicurezza e prova a colpirlo con dei pugni senza riuscirici.

Sopraggiunta la volante del commissariato Santa Viola, l'uomo è stato portato in questura ed è risultato avere un unico precedente specifico risalente a quando era minorenne. Sequestrato un berretto (che il reo utilizzava unitamente alla mascherina per non rendersi reperibile) e i due zaini. All'interno c'era refurtiva per un valore di 560 euro restituita al negozio (cioccolata, gomme da masticare, crema per il corpo). L'uomo è stato tradotto alla Dozza in attesa della convalida dell'arresto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona rossa, i negozi che restano aperti

Attualità

8 Marzo: 5 donne "speciali" che hanno fatto la storia di Bologna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento