Grizzana Morandi, l'appello del sindaco: "Basta code, le Poste riaprano lo sportello nel capoluogo a pieno regime"

Franco Rubini: "Ci sono stati momenti difficili durante il lock-down e li comprendiamo, ma stiamo ricevendo sempre più sollecitazioni da parte dei cittadini che sono stanchi che l'ufficio del capoluogo continui a essere aperto a giorni alterni"

"I cittadini di Grizzana Morandi sono stanchi di file chilometriche per accedere ai servizi postali". È quanto denuncia Franco Rubini, sindaco di Grizzana Morandi, che sottolinea come per tante persone in coda, spesso anziane, non è affatto rassicurante dal punto di vista della prevenzione della diffusione del coronavirus, così come spiega una nota.

"Abbiamo pazientemente atteso la riapertura a pieno regime dell'ufficio postale del capoluogo, come tutti - spiega il primo cittadino - Ci sono stati momenti difficili durante il lock-down e li comprendiamo, ma stiamo ricevendo sempre più sollecitazioni da parte dei cittadini che sono stanchi che l'ufficio del capoluogo continui a essere aperto a giorni alterni, con le inevitabili lungaggini e assembramenti che si creano quando è aperto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comune di Grizzana Morandi è uno tra i più estesi dell'Appennino bolognese, ma mentre l'ufficio di Pioppe di Salvaro, nella valle del Reno, è tornato alle aperture abituali e quello a Pian di Setta, sul versante del Setta, ha mantenuto l'apertura settimanale,  l'ufficio centrale a rimanere chiuso tre giorni alla settimana. "E così, anziché essere aperto tutte le mattine dal lunedì al sabato - si legge - l'ufficio è accessibile solo il martedì e il giovedì dalle 8,20 alle 13,45 e il sabato mattina dalle 8,20 alle 12,45. Il sindaco si è rivolto alla dirigenza locale di Poste Italiane, che però allarga le braccia dichiarando la propria impotenza rispetto a scelte che vengono dalla direzione centrale. Scelte che l'amministrazione comunale spera possano essere urgentemente riviste".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm | Scuole, locali, palestre & co: ecco le nuove misure approvate

  • Coronavirus Emilia-Romagna: +544 nuovi casi, boom a Bologna

  • Test sierologici gratuiti e rapidi, ecco l'elenco delle farmacie aderenti a Bologna e provincia

  • Bar e ristoranti, nuova ordinanza: fissato il termine di chiusure e riaperture

  • Scuola e covid, focolaio a Castiglione dei Pepoli: 18 alunni positivi in 5 classi, chiuso l'istituto

  • Incidente e incendio in A1: scontro tra camion e un morto, autostrada chiusa per quattro ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento