Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Vaccini, la campagna apre ai giovanissimi: somministrazione estesa ai soggetti a rischio a partire dai 16 anni

Ad annunciare le novità, oggi in Commissione assembleare, l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini

Si amplia ancora la platea dei vaccinabili in Emilia-Romagna. In via prioritaria potranno essere vaccinati anche i soggeti a rischio di malattia severa, la cosiddetta 'categoria 4', senza limiti di età, a partire quindi dai 16 anni. 

Non solo, a ricevere il vaccino in via prioritaria saranno anche il personale dei centri estivi e gli italiani residenti all'estero iscritti all’Aire. Le linee guida nazionali prevedono anhce i caregiver, ma questa categoria era già stata inclusa in precedenza.

Da ieri sono iniziate le chiamate attive per tutte le persone appartenenti alla “categoria 4” a partire dai 16 anni di età (per la fascia di età 50-59 anni la chiamata è attiva dal 7 maggio), mentre continuerà la possibilità di candidarsi per gli iscritti all’Aire: per quest’ultima categoria le prenotazioni potranno aver luogo non appena saranno attivati i flussi informativi da parte degli organi governativi.

Calo casi Covid, Bonaccini fiducioso: "A giugno forse in zona bianca"

“Procediamo speditamente con la campagna vaccinale aprendo ad ulteriori fasce di popolazione- ha sottolineato Donini-. Siamo nel gruppo delle Regioni che vaccinano più rapidamente: ad oggi, quasi 1milione e 500mila persone hanno ricevuto la prima dose, mentre sono 736mila quelle immunizzate con anche il richiamo. Il bilancio di ieri sera a livello di somministrazioni era pari al 94,6% di dosi ricevute. Certo- ha aggiunto l’assessore- conta non solo la quantità, ma anche l’appropriatezza: di qui tutto il lavoro fatto per mettere subito in sicurezza gli over 80, il personale di Cra e Rsa, il personale sanitario e gli estremamente vulnerabili. Possiamo dire che, ad oggi, chi ha pagato il prezzo più drammatico alla pandemia nella nostra regione è sostanzialmente immunizzato. Adesso andiamo avanti, pronti a tenere il passo con le richieste del generale Figliuolo”.

Le nuove categorie da vaccinare

Per quanto riguarda i cittadini - a partire dai 16 anni - che rientrano nella cosiddetta “categoria 4”, non devono prenotarsi ma vengono contattati, con chiamata o invio di un messaggio (per posta elettronica o sms) direttamente dall’Azienda sanitaria di appartenenza. Inoltre, l’aggiornamento degli elenchi di chi appartiene a questa categoria potrà avvenire tramite la segnalazione del medico di medicina generale, come già previsto per gli estremamente vulnerabili.

Le persone iscritte all’Aire, i dipendenti delle Istituzioni Ue (con i familiari a carico e il personale a riposo), gli agenti diplomatici e il personale tecnico-amministrativo delle missioni diplomatiche, il personale di enti e organizzazioni internazionali e il personale tecnico-amministrativo delle missioni diplomatiche (inclusi sempre i familiari a carico e il personale a riposo) possono candidarsi attraverso il portale regionale delle candidature: https://salute.regione.emilia-romagna.it/candidature-vaccinazione.

E ancora, per le persone con grave disabilità (legge 104/1992 art. 3, comma 3) prosegue la vaccinazione anche dei soggetti conviventi, dei familiari e di due caregiver; è possibile, in quest’ultimo caso, valutarne l’estensione singolarmente su richiesta. La candidatura avviene sempre tramite portale regionale.

Infine, le prenotazioni vaccinali si apriranno a breve ad un’altra importante categoria, anche in vista dell’ormai prossima apertura delle attività: il personale dei Centri estivi, che sarà vaccinato dal proprio medico di medicina generale, e che per rischio di infezione viene equiparato agli operatori scolastici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, la campagna apre ai giovanissimi: somministrazione estesa ai soggetti a rischio a partire dai 16 anni

BolognaToday è in caricamento