Cronaca Viale Giosuè Carducci

Imola, PDL e Lega vs l'assegnazione dell'ex Vassura Baroncini: "Una porcata"

Lasciata in eredità al Comune "Purchè se ne facesse una scuola di musica": ma l'edificio viene messo all'asta e l'assegnazione solleva polemiche da parte dell'opposizione

L'ex scuola di musica Vassura Baroncini di Imola, in via Carducci, è ora di Giuseppe Girani: lo annunciano i consiglieri dell'opposizione Simone Carapia e Alessandro Mirri sollevando una polemica ripresa anche dal leghista Daniele Marchetti sull'asta e soprattutto sul suo esito. "Confermata l’aggiudicazione dell’ex scuola Vassura Baroncini all’Avvocato Giuseppe Girani - scrivono Carapia e Mirri in una nota inviata alla stampa - che è stato l’artefice della lista Fornace Viva con la quale il Sindaco di Imola ha vinto le amministrative al primo turno lo scorso maggio. Inopportuna la partecipazione e l’aggiudicazione dell’immobile da parte di un professionista che è a stretto contatto con il Comune di Imola, da tre anni è l’avvocato  di Formula Imola società che gestisce l’autodromo  sul Santerno di proprietà dell’Ente di piazza Matteotti".

LA STORIA DELL'EDIFICIO. La proprietaria originaria della villa, Anita Serantoni, nel 1966 aveva espresso le sue volontà davanti a un notaio ufficializzando che avrebbe lasciato l'edificio al Comune di Imola purché diventasse la sede di una Scuola ad indirizzo musicale, nella quale esercitare anche il canto liturgico e sacro.  Inoltre un “Codicilli” aggiunto dall’ospedale di Castel San Pietro: “In merito alla Scuola ad indirizzo Musicale - Artistico che desidero venga attuata nella Villetta di viale Carducci 29, che lascio al Comune di Imola, se tre (3) anni fossero insufficienti per attuarne l’inizio, lascio un margine d cinque (5) ma non ammetto la vendita del Fabbricato in parola, se ciò fosse, cade l’eredità”.

"Ora  a Imola sarà ancora più facile chiacchierare sui legami fra politica e interessi - continua la nota - e penso che chi lo farà non potrà essere etichettato come malpensante vista  l’aggiudicazione odierna. Oltretutto il suo nominativo era sulla bocca di tutti a Imola da tempo come unico vero  pretendente all’acquisto del compendio e questo non può essere normale se pensiamo che Formula Imola è a maggioranza del Con.AMI dove il Comune imolese detiene il 67%; cioè oggi all’avvocato imolese che forse dal ‘99 al 2004 si era sbagliato a scegliere Forza Italia, viene pagata la prestazione per la sua professionalità sulle “beghe del circuito” e svenduta, tramite una società del Comune Sicim ,una  villa con un risparmio di oltre 200 mila euro…un bel affare per chi si schiera con la sinistra che governa Imola e soprattutto un segnale per tutti gli imolesi, che  non è cambiato nulla anzi la situazione dalle nomine nelle partecipate alle aggiudicazioni sta peggiorando. Tenendo ben presente  che il tutto parte dal Comune di Imola governato dal rieletto da pochi mesi Daniele Manca (anche e soprattutto con i voti di Fornace Viva) che non ha tenuto conto del testamento della filantropa Serantoni rendendolo carta straccia con l’unico scopo di fare cassa e a questo punto diremo da malpensanti….. e  non solo".

"ENNESIMA PORCATA" PER MARCHETTI. "Oggi con l'apertura della busta che chiude l'asta di vendita della ex-scuola di musica "Vassura-Baroncini", si è conclusa l'ennesima porcata che questa Amministrazione Comunale ha compiuto". Durissimo il commento del leghista Marchetti - La Lega Nord imolese ritiene inaccettabile e vergognoso quanto accaduto, dal momento che l'immobile fu lasciato al Comune dalla Signora Anita Serantoni che indicò le sue volontà.

IL TESTAMENTO PARLAVA CHIARO. Il suo testamento parlava chiaro, precisando che l'immobile in questione doveva essere destinato esclusivamente alla realizzazione di una scuola ad indirizzo musicale-artistica, non ammettendone la vendita. E' chiaro quindi che l'Amministrazione Comunale avendo messo in vendita la villetta in questione, calpesta di fatto le volontà di una cittadina che lasciò in eredità al Comune (e quindi alla comunità) un immobile con vincoli ben precisi. Una bassezza morale inaudita, per la quale esprimiamo tutto il nostro sdegno che ci ha portato ad essere presenti davanti alla sede Sicim (la società del Comune di Imola che ha il compito di alienare le sue proprietà) di via Mentana 10, per manifestare tutto il nostro dissenso alla vendita della sede dell'ex scuola di musica Vassura-Baroncini".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imola, PDL e Lega vs l'assegnazione dell'ex Vassura Baroncini: "Una porcata"

BolognaToday è in caricamento