Spaccio e degrado in via Begatto, l'assessore: 'Arrivano i cinofili, ma manca il personale'

Non si contano le segnalazioni dalla via del centro storico. Bologna Today ne aveva parlato 5 anni fa

Sempre più segnalazioni per le condizioni di via Begatto, una delle stradine più caratteristiche del centro storico di Bologna, ormai divenuto terra di spaccio e sporcizia. 

Oggi il capogruppo PD in consiglio comunale ha interrogato l'assessore alla sicurezza Alberto Aitini anche in merito all'ordine pubblico e all'invio di altri agenti in città. 

"Stiamo facendo tutto il possibile e di più, ci tengo a dirle che dalla prossima settimana, inoltre, abbiamo previsto in via Begatto, come in altre vie della città critiche per quanto riguarda le questioni di spaccio, il passaggio dell’unità cinofila della Polizia Locale - ha chiarito Aitini - diamo un ulteriore dimostrazione del fatto che siamo attentissimi e cerchiamo di fare tutto il possibile per dare una mano - nessuna notizia per quanto riguarda i nuovi agenti - anzi ho l’impressione che, visto che la campagna elettorale sta per volgere al termine, non avremo neanche più le promesse del ministro, visto che i fatti non li abbiamo mai visti - ha risposto l'assessore - per ora avevamo visto promesse, penso che dopo le elezioni europee passeranno anche le promesse, quindi non si vedrà in tempi brevi l’arrivo dei nuovi agenti. Certo, le segnalazioni al comitato sono ampiamente fatte, le forze dell’ordine stanno facendo quello che possono, con le forze che hanno a disposizione e di questo ringrazio il questore, il comandante dei Carabinieri e la Prefettura" quindi "siamo pronti e ancora una volta dimostriamo di voler fare la nostra parte, fermo restando che ci deve essere un contributo fondamentale e determinante delle forze dell’ordine, che come dicevo prima purtroppo oggi c’è solo in parte nonostante i grandi sforzi che fanno gli agenti di polizia e dei carabinieri presenti sul nostro territorio proprio per mancanza di un numero congruo di personale che può svolgere questo ruolo, che è stato tante volte promesso dal ministro dell’Interno ma ancora ad oggi non è arrivato”.

E' la stessa via dove qualche settimana fa un residente era stato colpitio con un pugno proprio perchè stava scattando alcune immagini per denunciare il degrado e il giro di spaccio.

Eroina sotto il portico di via Begatto

Già 5 anni fa, la redazione Bologna Today si era occupata della via, campione di incuria: "Più che un colpo d’occhio, quello che rimane dell’ex orfanotrofio San Leonardo è un colpo al cuore - avevamo scritto - una tinta molto scolorita di quel rosso Bologna che in attesa di tempi migliori potrebbe restare solo negli antichi fasti e nelle vecchie carte della città, che a quanto si dice dovrebbe essere soprattutto “dotta” e non solo  “grassa”.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

  • Mercurio dà spettacolo: come e quando osservarlo a occhio nudo

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento