Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Zona Universitaria / Via Centotrecento

Via Centotrecento: 'Frotte di minori ubriachi e aggressivi, week end devastanti'

In disagio i residenti. Strada sbarrata da giovanissimi: 'Si cammina su una distesa di vetri rotti, cerchiamo anche di parlare con loro'. Nella zona anche venditori ambulanti di alcool

Alcuni lettori hanno segnalato a Bologna Today un'altra via problematica della zona Universitaria, via Centotrecento, che durante i fine settimana è frequentata invece da giovanissimi assiepati davanti ai locali.

'Ormai i graffiti non fanno più notizia' ci dice Roberto, uno dei portavoce del Comitato Piazza Verdi, gruppo che molto si impegna nel ridipingere i muri imbrattati con l'aiuto dei volontari 'qui hanno lasciato la loro impronta writers famosi come Alic'è o sconosciuti che realizzano vere e proprie opere d'arte, non sono quelli che critichiamo".

A preoccupare maggiormente è invece il crescente abuso di alcool, e talvolta anche di droghe, da parte di ragazzi e ragazze molti giovani: "Hanno 15-17 anni - riferisce a Bologna Today un residente nella via - e dal venerdì sera si ritrovano davanti ai locali. Si può dire proprio dire che sbarrano l'ultimo tratto di strada verso via Irnerio, sono tantissimi, e impediscono il passaggio'.

Si conoscono tutti nella zona le persone che si incontrate in strada sembrano aver tanta voglia di parlarne: "I ragazzi sono anche aggressivi perchè ubriachi, soprattutto con chi li sgrida e con le donne". Si parla anche di vendita di cicchetti a 1 euro "un prezzo abbordabile".

Spesso i residenti effettuano una sorta di presidio, escono dalle loro case per parlare con loro: "Siamo anche noi genitori e ci chiediamo come possano essere così fuori controllo, presi singolarmente, non in branco, sono bravi ragazzi, come tutti".

I resti delle serate si vedono la domenica mattina: "Sotto il portico non si cammina su un pavimento, ma su una distesa di vetri rotti: "A volte riusciamo nell'intento di far raccogliere qualche bottiglia e farla gettare nei cestini della spazzatura". comitato-centotrecentoIn via Centotrecento è attivo anche un Comitato di strada e associazioni culturali con l'obiettivo di renderla vivibile e accogliente: ha anche inoltrato una proposta di pedonalizzazione della via.

E le forze dell'ordine? "A volte vengono chiamate, a volte passano. Abbiamo proposto il controllo dei documenti e la segnalazione dei minori alle famiglie, ma non si sono dimostrati molto d'accordo. Hanno anche fatto chiudere alcuni locali, ma poi si ricomincia".

Non va meglio in via del Guasto: "Abito lì e va sempre peggio - ci dice un'anziana signora - ho 80 anni e non ho mai visto tanto degrado. Entrano nei giardini e saltano giù sorpa le macchine parcheggiate. Abbiamo trovato anche un ragazzo in overdose in ascensore".

VENDITORI AMBULANTI DI ALCOOL. Un fenomeno quanto meno bizzarro: "Come durante i concerti o allo stadio, capita di vedere personaggi con borse-frigo che vendono alcool in strada".

SPACCIO. Nella zona opera un gruppo fisso di spacciatori: "La droga viene nascosta nei vasi dei fiori, lo sanno tutti, lo scambio avviene normalmente sotto il portico

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Centotrecento: 'Frotte di minori ubriachi e aggressivi, week end devastanti'
BolognaToday è in caricamento