Cronaca Via Sant'Anna

Doppio sfratto dalle case popolari, picchetto sotto Palazzo D'Accursio

Acer: 'Occupanti senza titolo sgomberati', ma il sindacato Asia-Usb: 'Abusivi per errore burocratico di Acer'. Un altro sgombero eseguito al Pilastro

Un'immagine dello sgombero (Video Asia Usb)

Doppio sfratto, questa mattina, per altrettanti nuclei in zona Corticella e Pilastro. Nel primo caso Vigili del fuoco e Polizia hanno dato esecuzione a uno sfratto in via Sant'Anna: all'interno dell'appartamento madre e figlio di 67 e 42 anni. Operazione contestata dal sindacato di inquilini Asia-Usb, presente sul posto con un picchetto che ha cercato di bloccare la strada e l'accesso dei mezzi dei pompieri. Un secondo sfratto -sempre di casa popolare- è stato eseguito al Pilastro.

Lo sgombero in Corticella, iniziato alle prime luci dell'alba, si è concluso intorno alle 11. Una nota di Acer Bologna riporta entrambi gli episodi, parlando di "due alloggi occupati senza titolo" e che in entrambi i casi "non si sono verificate tensioni particolari: gli occupanti- spiega l'Acer- hanno lasciato in maniera volontaria i rispettivi alloggi".

Posizione diametralmente opposta ad Asia Usb che sui social punta il dito contro l'azienda casa, che ha definito "la famiglia come abusiva, per colpa di un errore burocratico commesso da Acer stessa". 

"Per questo -continua il sindacato- siamo ora davanti al Comune di Bologna per chiedere direttamente ai mandanti politici di questi scempi che venga immediatamente trovata una soluzione dignitosa per Carla e suo figlio, così come per Lorenzo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppio sfratto dalle case popolari, picchetto sotto Palazzo D'Accursio

BolognaToday è in caricamento