Economia

Rifiuti e servizi, ecco le tariffe Tares: la prima bolletta si pagherà a luglio

Addio Tarsu, arriva la Tares, la nuova Tassa Rifiuti e Servizi che tiene conto dei metri quadri delle abitazioni, ma anche del numero dei residenti. Prima scadenza luglio

Approvato a Palazzo d'Accursio il Regolamento sulla nuova Tassa Rifiuti e Servizi, o Tares. "Questo nuovo tributo si presenta unico ma composito, perchè astrattamente scindibile in due distinte componenti: la componente rifiuti (avente natura di "tassa" ed a cui corrisponde il prelievo basato sull'applicazione di una tariffa/mq di superficie soggetta a tributo) e la componente servizi", si legge nel documento di Giunta.

Disciplinate anche le scadenze di versamento relative al 2013, che verranno pubblicate, almeno 30 giorni prima della data di versamento. Due le scadenze 2013: la prima il 15 luglio.

LE TARIFFE. "A seguito del passaggio da TARSU a TARES si avvisa che la tariffa per le utenze domestiche, relativa all'anno 2013, sarà quantificata sulla base del numero degli occupanti, pertanto, non sarà più necessario presentare la richiesta di riduzione tariffaria per unico occupante residente", si legge nel sito del comune, quindi la nuova tassa tiene conto dei metri quadri dell'abitazione, ma anche di chi ci vive: a Bologna per un appartamento con unico residente si parla di 0,89 euro al metro quadro e una quota fissa di 63,48, si aggiunge anche 0,30 euro al metro quadro per i servizi. Le cose cambiano se ad abitarci si è in due: 1,05 euro mq, quota fissa 114,26 euro e il solito 0,30. E così via...

NON SONO COMPRESE. In base al Decreto Legge n.35 del 8/4/2013 sono escluse da Tares ad esmpio aree comuni condominiali non detenute o occupate in via esclusiva ad esempio portineria, locali caldaia o locali quadri elettrici, lavanderie condominiali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti e servizi, ecco le tariffe Tares: la prima bolletta si pagherà a luglio

BolognaToday è in caricamento