rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024

Matteo Renzi mette 'la palla al centro' e punta le europee: "Mi candido anche a Bologna e superiamo il 4%" | VIDEO

Il leader di Italia Viva a Bologna per presentare il suo nuovo libro: "Meloni e Conte? Non politici ma influencer"

Per Matteo Renzi è arrivato il momento di giocare il secondo tempo della partita della politica. Il senatore alla guida di Italia Viva mette la “palla al centro” - come il titolo del libro (Palla al centro, la politica al tempo delle influencer) che ha presentato all’Hotel Savoia Regency via del Pilastro - e parte subito all’attacco: “La destra ha fallito, da quando c’è Meloni ci sono più tasse e meno sicurezza - dichiara davanti ai suoi sostenitori che affollano la sala conferenze -. L’unica speranza per l’Italia e l’Europa è che si vinca al centro. Sono contento di quello che ho fatto in passato, ma è arrivato il momento di un nuovo inizio".

Meloni e Conte? "Non politici ma influencer"

Un governo, quello attuale, assuefatto “alle logiche degli influencer e dell’algoritmo”, dove la preoccupazione dei sondaggi supera la visione politica: “Altro che bandiere al vento, banderuole”, scherza Renzi, che per sostenere la sua tesi snocciola tutte le ritrattazioni che l’attuale premier ha fatto nel corso della sua scalata alla presidenza del Consiglio: “Era no Euro, no Nato e no trivelle, e invece ora…”.

Europee: lo scoglio del 4% non spaventa affatto

E invece ora serve una scossa, e il leader di Italia Viva è pronta a darla partendo dalle elezioni Europee del 6-9 giugno: “Supereremo il 4% - dichiara fiero – io mi candiderò in tutte le circoscrizioni, anche in Emilia e a Bologna, con la forza delle mie idee più che dei tweet”. Dalla sanità alla giustizia, dalla politica estera alla cultura, Renzi non risparmia né a destra né a sinistra, né il passato né il presente (tranne il presidente di Emil Banca Gian Luca Galletti, che fu Ministro dell’Ambiente proprio del governo Renzi e oggi seduto in prima fila): “Quale magia ha trasformato il PD nella sesta stella dei 5 Stelle, il PD che parlava di lavoro e ora parla di sussidi? La sinistra di Conte e Schlein è inconcludente”. Ma il libro, ci tiene a specificare, “non contiene solo critiche ma anche tante proposte”.

E sulla Città 30: "Da ex sindaco sono curioso"

Proposte che, appunto, Renzi spera di concretizzare sedendosi a Bruxelles. Ma intanto trova il tempo anche di rispondere alle domande sull’attualità bolognese, partendo dal commissariamento della segreteria locale di Azione: “Il Terzo Polo era una grande opportunità che i dirigenti di Azione hanno distrutto scientificamente. Un errore di Calenda. Pace, in bocca al lupo”. E sulla Città 30 il pensiero è quello di un ex sindaco (di Firenze): “Per venire qui abbiamo abbiamo rispettato il limite – scherza –. Sono curioso di vedere l’impatto. Ho sentito che la cittadinanza è spaccata in due, è normale in casi come questo. Penso che da qualche mese, con i dati raccolti, sarà tutto più chiaro”.

Video popolari

Matteo Renzi mette 'la palla al centro' e punta le europee: "Mi candido anche a Bologna e superiamo il 4%" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento