Comunali, Tonelli e Galletti presentano Bologna Civica: "Non siamo contro nessuno, i partiti ci dovrebbero scrutare"

"Volevamo andare oltre le Primarie del PD e ci siamo riusciti. Proviamo a introdurre con questo movimento civico una politica diversa da quella che non si sposta di un centimetro: adesso largo al confronto"

"Essere uno di voi e dimostrare quanto amiamo Bologna. Il nostro intento è dare un segnale di attenzione e di cura per la nostra città: non siamo contro nessuno ma sappiamo che questo è il momento dei migliori e non più quello degli accordi politici. Quella che dovremo affrontare sarà una sfida storica che va oltre i colori politici, ma alla politica chiediamo di alzare la qualità e non sempre e solo la voce": Giancarlo Tonelli e Gianluca Galletti hanno presentato questa mattina in conferenza stampa (da un cantiere edile) l'associazione "Bologna Civica", che nasce in vista delle prossime amministrative, le elezioni comunali del 2021. 

"Ecco cosa chiediamo alla politica, centrosinistra e centrodestra che siano"

Comincia le presentazioni il direttore dell’Ascom Tonelli: "In clima elettorale ci siamo chiesti: cosa sta capitando alla nostra città in un contesto come questo che va verso le elezioni comunali del 2021? Di certo non ci piaceva l'idea di una campagna elettorale che sembrava ruotare intorno alle primarie del PD e abbiamo pensato che Bologna meritasse di più. Se al centrosinistra chiediamo di andare oltre, al centrodestra chiediamo di non porsi più come partito di opposizione, ma come partito di governo". 

E Gianluca Galletti, a proposito di destra e sinistra (non è mancata una citazione su Gaber) precisa: "Mi innervosisce che si pensi che le scelte politiche siano dettate dalla convenienza: in questo caso siete voi che dovete scegliere, noi abbiamo una funzione educativa nei confronti della politica. Diteci chi siete e cosa volete e poi decideremo insieme". Chiusa così la questione sugli schieramenti, che dipenderà unicamente da un confronto approfondito sui temi. 

Il Covid cambia tutto: "Bologna dovrà affrontare problematice nuove"

Il periodo che stiamo vivendo è una grande sfida: "I temi veri su cui apriamo un confronto sono legati per primo a un mondo del lavoro oggetto di trasformazione importanti - ha detto Tonelli - con una Bologna che in quanto a disoccupazione ha sempre performato un 5% e che per questo è stata attrattiva non solo per gli studenti laureati, ma anche per altre professioni. Quello che sta capitando per la prima volta apre un tema serio che coinvolgerà anche persone di 45/50enni a rischio impiego. Lavoro, formazione e welfare saranno al centro e tutte le sfide saranno da affronare in una maniera nuova". 

L'identità del movimento "Bologna Civica"

"Proviamo a introdurre con questo movimento civico in città una politica diversa da quella che non si sposta di un centimetro verso la risoluzione del problema. Non vogliamo la politica urlata, noi introduciamo un tema di politica diversa. Non risponderemo agli insulti: non è questo il modo e il momento che ci interessano. Chiediamo anche a noi stessi e poi al centrosinistra e al centrodestra di misurarsi con una situazione problematica alzando la qualità del proprio impegno e della propria proposta. Il primo obiettivo lo abbiamo raggiunto con una iniezione di pluralismo nel dibattito elettorale. Vinca le comunali una squadra con un'offerta alta che sappia dare qualità alla politica amministrativa di Bologna" ha chiuso Tonelli. 

Galletti: "Andrà tutto bene. Ma devono essere fatte le cose giuste"

Gianluca Galletti: "A un certo punto io e Giancarlo ci siamo guardati e abbiamo pensato di fare qualcosa per questa città per restituirle qualcosa. Vorrei che Bologna Civica fosse questo: mettere a disposizione quello che sappiamo fare con amore per la città. Andrà tutto bene. Io ne sono sicuro, ma devono essere fatte le cose giuste. Noi ci possiamo riprendere e Bologna potrà addirittura avere delle opportunità, ma solo se affrontiamo la sfida nel modo giusto. Questo è il momento dei migliori e non degli accordi politici".  

"L'ambiente non è un limite allo sviluppo, ma un volano allo sviluppo" ha detto Galletti, che è stato Ministro dell'Ambiente dal 2014 al 2018. Bologna è strategica e la nostra è una grande sfida, che va oltre i colori politici: "Le buone proposte vengono sia da destra che da sinistra e la cosa che importa è che le proposte risolvano i problemi dei cittadini. Non so se esistono la destra e la sinistra".  

L'identità di "Bologna Civica"

"Bologna Civica è un’Associazione costituita da donne e uomini liberi, non vincolati da ideologie, schieramenti e partiti ed aperta a tutti coloro che hanno a cuore il bene di Bologna e che credono nel confronto e nel dialogo. Lo scopo è quello di proporre un progetto nuovo di città: fino a poco tempo fa, tutto sembrava predeterminato, nel quadro di alleanze per la prossima tornata elettorale. Bologna sembrava seguire uno schema destra-sinistra, distante dalla vita dei bolognesi. La nascita di Bologna Civica vuole, invece, riportare al centro del dibattito i contenuti ed un metodo di lavoro nuovo: non più certezze ideologiche o posizioni di parte, ma la volontà di ragionare sulle opportunità di sviluppo, sui problemi di tutti i giorni, sul futuro della città, con l'intento di trovare sempre la soluzione migliore possibile e non quella prefigurata da un rigido schema di azione partitico" si legge sul sito bolognacivica.org. 

"La situazione di emergenza sanitaria che si è venuta a determinare, con le sue conseguenze economiche e sociali, impone alla città una riflessione ed un’unità di intenti indispensabile per dotarsi di un vero e proprio piano di azione per i prossimi dieci anni.
Al centro del programma associativo il tema del lavoro: l’emergenza che stiamo vivendo ci espone al rischio che si creino situazioni di fortissima difficoltà. Questo è il momento per avviare un confronto costruttivo, ma serrato, sulle politiche per il lavoro, il welfare e la formazione, che siano più attente alle profonde trasformazioni che stanno avvenendo nella nostra società e alle ripercussione che avranno su cittadini e famiglie. Non è più il tempo dei giochi politici: bisogna mantenere alta l’attenzione sulle azioni. Bologna Civica non nasce per distruggere, ma per costruire".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Scatta oggi la nuova ordinanza: le restrizioni si allentano, cambiano le regole del commercio

Torna su
BolognaToday è in caricamento