rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Calcio

Vince il Napoli, ma al Maradona il Bologna dà segni di vita

Rossoblù senza paura nel pressing e nel possesso: zero punti conquistati, ma c’è speranza per il futuro

Forse il primo vero Bologna di Thiago Motta. Medel e compagni non si consegnano come vittime sacrificali al Napoli ma anzi hanno mettono gli azzurri in crisi, portandosi anche in vantaggio con Joshua Zirkzee, al primo gol stagionale.

Napoli-Bologna, la gara

I partenopei partono sicuramente del Bologna: Raspadori al 20’ viene innescato da Kvaratskhelia ma il suo destro sfila sul fondo. Mario Rui scheggia la traversa con il sinistro al minuto 25 mentre al 27’ il georgiano trova Politano al centro dell’area ma l’ex Sassuolo spara alto con il sinistro a tu per tu con Skorupski. Il Napoli controlla il gioco, pressa alto e crea superiorità numerica sulla destra accentrando Di Lorenzo in fase di possesso palla. Il Bologna però non si disunisce e anzi trova il modo di rendersi pericoloso: prima Barrow dalla media distanza, poi dopo una bellissima azione sulla sinistra Dominguez prova a servire al centro dell’area Aebischer che per un soffio non arriva alla deviazione vincente.

Il gol però arriva e a trovarlo è Zirkzee. Alla prima da titolare per l’ex Bayern Monaco trova un bel gol dopo una splendida azione del Bologna: Cambiaso dal vertice sinistro dell’area del Napoli scarica su Aebischer, passaggio per Dominguez che con grandissima qualità imbuca ancora per Cambiaso. L’ex Genoa non si fa ingolosire dalla conclusione ma serve Zirkzee che con il mancino butta la palla in rete: esultanza con la mitraglia e 0-1 Bologna.
Il Napoli trova però il pari subito dopo con Jesus che sfrutta un’indecisione nell’area del Bologna. Il primo tempo finisce 1-1.

La partita è viva anche nel secondo tempo: Spalletti butta dentro Lozano e Osimhen e proprio il messicano trova presto il vantaggio, sfruttando una brutta respinta della difesa del Bologna dopo la serpentina sulla sinistra di Kvaratskhelia. 
Passano appena due minuti e il Bologna trova nuovamente il gol, stavolta con Barrow: il gambiano spara da fuori area con il destro, Meret è troppo molle nell’intervento e la palla carambola in rete. 
I padroni di casa alzano ritmo e qualità di gioco, dopo un’ora di gioco il Bologna lancia segnali di stanchezza e al 70’ Osimhen trova la rete del definitivo 3-2: Kvaratskhelia raccoglie sulla trequarti e imbuca per il nigeriano che incrocia con il mancino, superando Skorupski. Nel finale di gara arrivano altre occasioni per il Napoli ma il Bologna non abbassa mai la testa e anzi attacca fino alla fine, anche quando l’arbitro Cosso fischia fiscale dopo i quattro di recupero concessi.

Thiago Motta perde così la terza gara su quattro da quando è allenatore del Bologna ma, rispetto alle altre, questa sconfitta ha un sapore diverso per tutto il Bologna. Il Napoli è una squadra in stato di grazia, da statistiche quella più lanciata in tutti e cinque i maggiori campionati europei, eppure i rossoblù hanno affrontato la gara con grande coraggio senza mai rinunciare al possesso o al pressing sui calciatori del Napoli. 
Al Maradona vincono i padroni di casa, ma il Bologna sembra finalmente tornato vivo.

Napoli-Bologna, le pagelle dei rossoblù

Skorupski 6: è vero, prende tre gol, ma sulle reti del Napoli non ha colpe e anzi salva anche i suoi con un super intervento su Lozano nel finale di partita.

Posch 5,5: Kvaratskhelia è indemoniato e lui lo soffre. Nel secondo tempo migliora in fase di spinta ma sul gol del 3-2 lascia troppo spazio al georgiano (77’ Lykogiannis sv).

Bonifazi 6: è sicuro in marcatura ed esce vittorioso da tanti duelli. Molle in occasione del gol di Osimhen quando si lascia superare alle spalle dal nigeriano, che ringrazia e segna.

Lucumì 6: fa complessivamente una buona partita ed è anche coraggioso con i piedi in fase di costruzione.

Cambiaso 7: il migliore del Bologna. Oltre ai due assist è sfrontato quando deve puntare l’avversario e attento in copertura (89’ De Silvestri sv).

Ferguson 6,5: una buonissima partita per lo scozzese, alla prima da titolare. Corre tanto, si propone con l’inserimento e prova anche a innescare i suoi con delle buone imbucate.

Medel 6: è il regista di giornata, non è il suo ruolo ma lo ricopre senza particolare apprensione. Tende a schiacciarsi quando il Napoli attacca, ma nel complesso una buona gara (71’ Moro sv).

Aebischer 5: la fascia destra del Bologna non funziona un granché e in parte è anche colpa sua. Dovrebbe essere l’uomo che dà equilibrio ma in azione lo si vede poco e male (77’ Sansone sv).

Dominguez 7: ancora una buona prestazione da trequartista. Palle geniali come quella per Cambiaso sull’1-0 e anche tanta corsa per aiutare i compagni in fase di non possesso.

Barrow 6,5: gioca finalmente con spirito battagliero. Si spende tanto per far salire la squadra e riesce anche a rendersi pericoloso, come in occasione del gol. 

Zirkzee 6,5: segna e lotta contro i due giganti della difesa del Napoli. Una partita niente male, considerando anche che era al suo esordio dal primo minuto.

Motta 6,5: finalmente si vedono stralci delle sue idee. L’avversario è tra i più temibili ma il Bologna prova con coraggio a fare il suo gioco e in qualche occasione si rende anche pericoloso. Prezioso anche il lavoro mentale che sembra aver fatto sulla squadra. Ora serve continuità.

Napoli-Bologna, il tabellino

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Kim, Jesus, Rui (76’ Olivera); Ndombele (71’ Elmas), Lobotka (82’ Demme), Zielinski; Politano (46’ Lozano), Raspadori (46’ Osimhen), Kvaratskhelia.
A disposizione: Sirigu, Marfella, Zanoli, Ostigard, Zedadka, Gaetano, Zerbin, Simeone.
Allenatore: Luciano Spalletti.

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Posch (77’ Lykogiannis), Bonifazi, Lucumì, Cambiaso (89’ De Silvestri); Ferguson, Medel (71’ Moro); Aebischer (77’ Sansone), Dominguez, Barrow; Zirkzee.
A disposizione: Bardi, Raffaelli, Soumaoro, Sosa, Soriano, Orsolini, Raimondo.
Allenatore: Thiago Motta.

Arbitro: Cosso di Reggio Calabria.
Assistenti: Raspollini, Affatato.
IV Uomo: Ayroldi.
VAR: Valeri.
AVAR: Abbattista.

Reti: 41’ Zirkzee (B), 45’ Jesus (N), 49’ Lozano (N), 51’ Barrow (B), 70’ Osimhen (N).
Ammonizioni: 20’ Dominguez (B), 58’ Skorupski (B), 90’+1 Sansone (B), 90’+3 Lykogiannis (B).
Espulsioni: -.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vince il Napoli, ma al Maradona il Bologna dà segni di vita

BolognaToday è in caricamento