menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La storica Osteria del Sole: "Impossibile stare aperti, aspettiamo tempi migliori. E se va bene, tutti a San Luca"

Il dpcm che obbliga i locali alla chiusura anticipata alla 18 non è compatibile con la natura dell'osteria di vicolo Ranocchi: "Non possiamo più lavorare, ma non è colpa di nessuno. Torneremo più forti che mai"

Chiude l'Osteria del Sole in attesa che tutto passi, come effetto del dpcm che obbliga i locali come questo a chiudere alle 18.00. Orario nel quale normalmente si cominciava a lavorare con gli aperitivi. "Dobbiamo tirare giù di nuovo la serranda. Non è colpa di nessuno, non vogliamo fare vittimismi, lo sapevamo tutti che ci sarebbe stata una seconda ondata e così è stato..." hanno scritto i gestori dello storico locale di vicolo Ranocchi, in pieno Quadrilatero, sulla loro pagina Facebook per allertare i clienti. Il messaggio compare qualche giorno fa, dopo il decreto del premier Conte e adesso la bellissima porticina bianca che apre le porte a un luogo d'altri tempi, resta chiusa. 

"E se va bene poi andiamo tutti a San Luca a piedi!"

"Adesso la cosa importante è la sicurezza, che noi abbiamo sempre cercato di mettere al primo posto, per quanto la conformazione e la storia del locale ce lo consentisse (non è stato facile). Con la chiusura alle 18 noi non possiamo più lavorare, essendo il nostro, come ben sapete, un locale serale, da aperitivo. In questo momento per noi non è più sostenibile tenere aperto, l'unica cosa che possiamo fare è aspettare tempi migliori. Speriamo ci perdonerete per questo 'bollettino triste', non è nel nostro stile, ma vi assicuro che torneremo più forti che mai, e se va bene sta volta andiamo tutti a San Luca a piedi!"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento