Cronaca Centro Storico / Via Don Giovanni Minzoni

Aggressione al Cassero: altri due denunciati, un tatuaggio incastra un novello 'Ultrà'

Aveva un tatuaggio con la scritta 'Ultras' uno dei due nuovi denunciati per il violento pestaggio avvenuto nel locale di via Don Minzoni. Sarebbe, infatti, un tifoso rossoblu e Avrebbe contribuito all'aggressione sferrando calci e pugni

Aveva un tattoo con la scritta 'Ultras' uno dei due nuovi denunciati per il violento pestaggio avvenuto al Cassero il mese scorso, nel quale rimase  ferito un 28enne, picchiato selvaggiamente in pista per futili motivi. Da qui seguì l'ordine della Questura, che dispose 10 giorni di stop per le attività di intrattenimento del locale di via Don Minzoni.

Poco dopo l'aggressione venne fermato un 25enne pregiudicato, ritenuto il fautore della rissa. Ma testimoni e vittima chiarirono che all'aggressione presero parte altri soggetti. Due di questi sono ora stati intercettati dalla Digos di Bologna, che li ha denunciati per lesioni aggravate in concorso. I due, infatti, avrebbero contribuito sferrando calci e pugni.

Si tratta di due bolognesi di 23 e 21 anni. Il commissariato di Bologna Centro, ha chiesto l'ausilio della Digos nelle indagini inquanto - dalle testimonianze raccolte - si era appreso che uno dei due aggressori aveva un segno di riconoscimento singolare. Sul braccio, infatti, aveva impresso un tatuaggio con la scritta 'ultras'. Da qui sono partite le investigazioni dei poliziotti, indirizzandosi tra le fila della tifoseria rossoblu. Così si è giunti al 23enne bolognese, che - da quanto si apprende -  però sarebbe un "novello" della curva Bulgarelli. Una volta rintracciato e fotosegnalato, il soggetto è stato anche riconosciuto dalla vittima dell'aggressione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione al Cassero: altri due denunciati, un tatuaggio incastra un novello 'Ultrà'

BolognaToday è in caricamento