Cronaca

A Bologna nascerà il primo hospice pediatrico della Regione

La struttura sarà realizzata con i fondi della Fondazione Seragnoli, vicino all'Ospedale Bellaria

A Bologna nascerà il primo hospice pediatrico della regione: 10 posti per altrettanti bambini e le loro famiglie. La struttura sarà realizzata con i fondi della Fondazione Seragnoli, vicino all'Ospedale Bellaria. E anche il Comune di Bologna questa mattina in commissione ha approvato la convenzione che da' il via all'operazione, voluta dalla Fondazione e autorizzata sia dalla Regione che dall'Ausl.

Parte del terreno da 8.000 metri quadrati, di proprietà della Croce rossa italiana, viene dunque venduto alla Fondazione, che in una superficie di 2.500 metri quadrati, estendibili fino a 4.600, creerà l'hospice per le cure palliative dei piccoli pazienti, con tanto di strutture per accogliere le loro famiglie. I posti a disposizione saranno 10, così come determinato dalla Regione, dopo uno studio sull''epidemiologia pediatrica sul territorio, ma l'hospice potrà accogliere anche bambini provenienti da altre parti d'Italia. Sarà la Fondazione a gestirlo, in convenzione con le strutture sanitarie.

L'hospice, tra l'altro, sarà vicinissimo all'ospedale Bellaria e in zona pedecollinare, e la Fondazione si occuperà anche della sistemazione delle aree verdi. Alla Croce rossa resterà un terreno di circa 1.500 metri quadrati per le sue esigenze. La giunta comunale, già nel 2012, aveva dichiarato che "la realizzazione di un Centro di cure palliative pediatriche, nell''area indicata, corrisponde agli obiettivi di potenziamento delle strutture sanitarie e assistenziali posti dagli strumenti urbanistici comunali, in sinergia con il Polo per le Neuroscienze di cui l''Ospedale Bellaria costituisce centro di riferimento nazionale ed europeo".

La realizzazione dell'Hospice pediatrico non necessità di essere inseritra nel Poc e il Comune "si impegna a collaborare perchè i procedimenti autorizzativi, ivi compreso il rilascio dei necessari titoli edilizi, avvengano secondo criteri di celerità e non aggravamento". Sia la maggioranza che l''opposizione, questa mattina in commissione, hanno lodato la decisione, considerata unanimemente una dimostrazione virtuosa di collaborazione tra pubblico e privato.

(Agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bologna nascerà il primo hospice pediatrico della Regione

BolognaToday è in caricamento