Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Città 30, tram, traffico: com'è e come sarà Bologna

Il traffico diminuisce e aumentano le possibilità per gli spostamenti green. Ma dalla Città 30 al tram, dal Passante alla nuova mobilità, sono tante le sfide che la città dovrà affrontare nei prossimi anni

Da qui ai prossimi anni, Bologna sarà teatro di diversi cambiamenti relativi agli spostamenti, al traffico e ad una nuova urbanistica della città. Il rapporto CittàMEZ 2020, sviluppato da Legambiente e dall’associazione Motus-E, indica Bologna come una delle cinque grandi città italiane dove più di un terzo degli spostamenti si compie con mezzi a mobilità sostenibile, vale a dire a piedi, in bici, in tram o bus elettrico, in treno, in metropolitana o con mezzi elettrici, privati o in condivisione, dal monopattino all’auto. Come scrive lo stesso Comune di Bologna, “escludendo la metropolitana, queste sono tutte modalità di trasporto abitualmente utilizzate in città”. Dal 2016, Bologna si è dotata del PUMS, ovvero un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile che ha, come obiettivo, quello di rendere l’ambiente “più salubre riducendo le emissioni in atmosfera”. 

I dati nella sola città di Bologna evidenziavano, al 2016, come il 42% degli spostamenti avvenisse in auto, il 27% a piedi, il 21% con i mezzi pubblici, il 5% in bicicletta, il 4% in moto e l’1% con altri mezzi di trasporto. L’obiettivo, al 2030, è quello di dimezzare gli spostamenti in auto – arrivando al 22% – di incentivare quelli con mezzi di trasporto e bicicletta, portandoli rispettivamente al 28% e al 18%.

Gli obiettivi del PUMS per Bologna

Traffico: come è cambiato negli anni e quali le aree e gli orari più critici

I dati relativi al traffico veicolare sembrano dare ragione alle politiche messe in campo dal Comune di Bologna. Secondo i numeri snocciolati dello stesso Comune, il traffico – e le relative emissioni – del 2019 era in molte zone della città circa il doppio di quello analizzato nei primi cinque mesi del 2023. 

Traffico 2019-2023-3

Le zone più trafficate sono quelle ad est e ad ovest della città: via Don Minzoni, via Zanardi, via Saffi e viale Gandhi da una parte, via Mazzini, via Emilia Levante, via Murri e via Toscana dall'altra. I dati sul traffico veicolare sui viali, ad esempio, evidenziano come i viali più trafficati siano infatti quelli compresi tra Porta Saragozza e Porta Santo Stefano.

In generale, gli orari più trafficati sono naturalmente le fasce orarie 17.00-18.00 e 18.00-19.00 mentre quelle con meno traffico sono quelle notturne (dalle 2.00 alle 5.00 del mattino).

Traffico sui viali, grafico 2019-2023

Città 30: su quante strade si abbassa il limite di velocità ?

L’argomento ‘traffico cittadino’ è particolarmente discusso in questi giorni, dopo che l’amministrazione ha approvato la delibera sulla Città 30: “Migliora la sicurezza stradale, riducendo incidenti, morti e feriti gravi tra tutti gli utenti della strada, a partire dai più fragili; fa aumentare gli spostamenti a piedi e in bici, grazie a strade più sicure e tranquille; riduce le emissioni di smog e gas climalteranti e rende più fluido il traffico, grazie a una velocità più costante, al posto degli stop-and-go continui che in città sono tanto dannosi per l’ambiente e la sicurezza quanto inutili ad arrivare prima; abbassa il rumore; rende lo spazio pubblico più bello e vivibile per le persone; restituisce autonomia a bambini, anziani, persone con disabilità; favorisce la coesione sociale e il commercio di vicinato nei quartieri” scrive il Comune nel comunicato che annuncia il provvedimento. Peccato che la decisione abbia trovato numerosi oppositori sul suo cammino. Abbassare i limiti di velocità in molte strade cittadine è sicuramente una scelta impopolare, ma le evidenze scientifiche e la volontà di perseguire i già citati obiettivi del PUMS hanno spinto la giunta guidata da Lepore a sfidare una buona fetta di consenso popolare. Le zone a velocità limitata (30, 20, 10 e 5 km/h) sono attualmente 63. Le strade con il limite di 30 km/h rappresentano circa il 30% della rete viaria urbana.

Zone a velocità limitata fino al 30 giugno 2023

Con il nuovo provvedimento, a partire da sabato 1° luglio, “i 30 km/h riguardanno circa il 70% delle strade dell’intero centro abitato – come si legge nella nota – con un disegno organico facile da comprendere e rispettare. La percentuale arriva a sfiorare il 90% se si considera il solo perimetro della parte più densamente abitata della città (cioè la parte dentro l’asse tangenziale-autostrada più le zone residenziali esterne di Borgo Panigale-Reno, Navile e San Donato-San Vitale). Nelle aree collinari e di pianura esterne al centro abitato, la strategia generale prevede comunque progressivamente interventi di moderazione della velocità e di messa in sicurezza”.

Città 30, come cambiano i limiti di velocità nelle strade di Bologna

Mezzi pubblici e sostenibili

Come più volte sottolineato dall’amministrazione, l’obiettivo è disincentivare il trasporto privato e favorire quello pubblico e sostenibile. Per lo spostamento ciclabile il Comune ha inserito nel PUMS il Biciplan, ovvero una rete di piste ciclabili da e per Bologna oltre alla rete ‘strategica’ già preesistente. Nel progetto sono inserite numerose ciclovie urbane e metropolitane, percorsi cicloturistici e la cosiddetta Bicipolitana che collegherà Bologna e Ravenna.

Per i mezzi pubblici, la novità più grande riguarda ovviamente il tram. I cantieri della Linea Rossa sono già partiti (anche qui non senza proteste) per concludersi auspicabilmente entro il 2026. Anche la costruzione delle tramvie rientra nel più ampio quadro del PUMS, ma si inserisce in un momento di strano ristagno del trasporto pubblico bolognese. Se dal 2019 le corse e i chilometri percorsi dai mezzi pubblici sono aumentati, il loro utilizzo da parte dei cittadini si è praticamente dimezzato rispetto al periodo pre Covid-19. I mesi di marzo e aprile 2020 segnano, infatti, un netto spartiacque per un sistema che non sembra in grado di riacquisire i numeri del 2019.

Mezzi pubblici 2019-2022

Mappa cantieri

Parallela, ma sempre presente nel discorso relativo al traffico, è la questione dei cantieri. Tutti gli interventi sopra citati, a cui si aggiungono numerosi lavori ordinari e straordinari (basti pensare ai cantieri del Passante di Mezzo o a quelli che hanno interessato via Saffi), puntellano la città di transenne, di carreggiate ridotte e di percorsi deviati. Attualmente i cantieri stradali attivi a Bologna sono circa una quarantina.

A questi, specialmente a partire dall’estate, si aggiungeranno diversi cantieri necessari per modificare la viabilità prevista dal provvedimento Città 30, su cui il Comune dovrebbe presto fornire ulteriori dettagli. Oltre a ciò, vanno considerati i lavori per il Passante, quelli per il Nodo di Rastignano e quelli per la Linea Rossa del tram, questi ultimi già programmati fino al 2026.

Cantieri stradali attivi

Guarda la mappa online 

Lavori da luglio

Viale Cavina Rifacimento profondo della pavimentazione stradale su una fascia che attraversa trasversalmente entrambe le direzioni di marcia.  I lavori si svolgeranno per fasi: nella prima tra lunedì 3 e fino a venerdì 7 luglio si realizzerà l’apertura in due tratti dello spartitraffico centrale, uno prima e uno dopo l’area del risanamento stradale. Sono previsti dei restringimenti della carreggiata e  interdizione al traffico delle corsie di marcia adiacenti allo spartitraffico. Quindi, tra il 10 e il 21 luglio si interverrà con il rifacimento della pavimentazione nella direzione rotonda Decorati al Valor Militare  con chiusura del tratto interessato dai lavori, deviazione del traffico nella semicarreggiata opposta dove risulterà una corsia di marcia per ciascuna direzione. A seguire si interverrà nella corsia in direzione opposta con fine lavori di questa fase prevista per l’11 agosto con il riassetto del traffico speculare alla fase precedente. Dall’11 agosto si interverrà con il ripristino dello spartitraffico con fine lavori previsto entro il 25 agosto, con restringimenti della carreggiata e interdizione al traffico delle corsie di marcia  adiacenti allo spartitraffico

Via Savigno dal giorno 3 luglio, nel tratto da via Argonne a via Cavazzoni lato giardino Acerbi (compreso piccole zone in via Argonne), avrà dei restringimenti della carreggiata stradale per lavori di ripristino localizzati sul marciapiede , con contestuale abbattimento di barriere architettoniche. Termine previsto: 7 luglio

Lavori in corso

Via Saffi, il cantiere straordinario di rifacimento della copertura del torrente Ravone, comporta la completa chiusura della via Saffi nel tratto interessato dai lavori tra l'incrocio con via Malvasia e il civico 63. Qui tutte le informazioni e i percorsi alternativi. 

Ramo svincolo tangenziale con direzione San Lazzaro che introduce in A13 la società Autostrade Spa ha disposto fino alla primavera 2023, la chiusura per lavori dello svincolo tangenziale sud-A13. I veicoli diretti a Ferrara dovranno uscire dalla tangenziale (7Bis), percorrere via Stalingrado e rientrare in direzione opposta. Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi verranno diramati tramite i collegamenti "My Way" in onda su Sky Meteo24 (canale 502 Sky), su Sky TG24 (canali 100 e 500 Sky e canale 50 del digitale terrestre), su La7 e La7d (canale 7 e 29 del digitale terrestre) e sui seguenti canali: sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in area di servizio. Per ulteriori informazioni e specifiche sarà attivo ed informato il call center Autostrade al numero 803.111, attivo 24 ore su 24.

Via della Manifattura chiusa all'ingresso dell'area parcheggio su via Ferrarese per lavori di realizzazione del Tecnopolo. Termine previsto: 31 dicembre.

Piazza Roosevelt-via della Zecca modifica della circolazione per i lavori di risanamento ai muri esterni del palazzo sede della Prefettura, con sospensione temporanea del telecontrollo su via Ugo Bassi solo per i transiti in uscita. Termine previsto: 31 dicembre.

Via Tanari Vecchia è chiusa in corrispondenza del civico 7 ogni martedì nelle fasce orarie 9-12.30 e 15-16.30, per lavori di ricostruzioni a seguito di edificio demolito. Termine previsto: 30 giugno.

Via Emilia Ponente, ponte stradale sul fiume Reno denominato "Pontelungo", senso unico di circolazione con direzione Bologna centro per lavori di consolidamento, riqualificazione e adeguamento del ponte stradale. Modifiche della viabilità anche nelle strade vicine: via Agucchi, via della Pietra e via Speranza. Termine previsto: 8 luglio 2024.

Via San Donato carreggiata direzione centro, da circa 30 metri prima del cavalcavia dell'autostrada A 14 a circa 30 metri dopo, ha un restringimento di carreggiata da due a una corsia con chiusura di quella di destra per lavori di manutenzione straordinaria di società Autostrade. Temine previsto: 30 settembre

Piazza della Mercanzia per lavori edili, il transito è consentito solo ai velocipedi ed ai veicoli di soccorso attraverso il corsello realizzato tra l'area di cantiere ed il fabbricato del civico 4. Termine previsto: 4 agosto.

Via Stazione Roveri dall'incrocio con il tratto segue numerazione di via Mattei 84/9-89/24 all'incrocio con l'asse principale di via Mattei, senso unico di circolazione per istituzione di fermate temporanee del servizio bus sostitutivo della linea Bologna - Portomaggiore a seguito di lavori sulla rete ferroviaria. Termine previsto: 31 luglio 2025.

Via del Terrapieno, lato nord del cavalcavia sovrappassante tangenziale e autostrada A14 in prossimità della Rotonda Madre Teresa di Calcutta, ha un restringimento della carreggiata stradale con il mantenimento del doppio senso di marcia, per lavori della società Autostrade per manutenzione delle barriere di sicurezza. Termine previsto 31 dicembre

Via Malvezza, tratto dall'incrocio con la rotonda Dispersi piroscafo Oria a fine strada, ha un restringimento della carreggiata con mantenimento di una corsia per il transito veicolare con
istituzione di senso unico alternato per lavori di riqualificazione e costruzione dei collegamenti ciclabili. Termine previsto: 21 agosto

Via Azzo Gardino, è chiusa all'incrocio con Largo Caduti del Lavoro fino al 17 ottobre per lavori di manutenzione straordinaria alla Centrale Elettrica del Cavaticcio a cura del Consorzio della Chiusa e del Canale di Reno. Il cantiere rimarrà in essere per la manutenzione degli impianti con occupazione dell'area pedonale senza chiusura, fino alla fase di rientro della turbina revisionata, che richiederà nuovamente la chiusura della strada, ed alle fasi di collaudo degli impianti. La conclusione dell'intervento è prevista per il 17 ottobre. Per maggiori dettagli

Via Casteldebole, tra il civico 10/4 e la Rotonda fronte Centro Tecnico Bologna Calcio "Nicolò Galli", è chiusa  per lavori stradali per realizzazione opere di urbanizzazione. Termine previsto: 31 luglio.

Viale della Fiera, Rotonda Pancaldi, Viale Europa, hanno dei restringimenti della carreggiata per lavori Hera di estensione della rete di teleriscaldamento. Senso unico di circolazione nel tratto di via Michelino dalla prossimità del civico 47 all'incrocio con viale Europa con conseguente senso vietato da viale Europa in via Michelino per i veicoli provenienti dalla periferia. Termine previsto: 27 luglio.

Viale Lenin, dal tratto segue numerazione civici 43 - 65 all'incrocio con via Guelfa, con rotonda Malossi, rotonda Paradisi e sottopasso Tangenziale, lavori stradali propedeutici all'intervento di potenziamento in sede del sistema autostradale /tangenziale, con restringimenti ed istituzione del senso unico alternato in corrispondenza del cantiere. L'intervento verrà realizzato in fasi distinte sui tratti indicati, la prima fase nel tratto segue numerazione 45 - 65 per limitare i disagi alla viabilità. Oltre a viale Lenin le fasi successive comporteranno restringimenti in via Enrico Mattei in prossimità del sottopasso, via Larga all'incrocio con rotonda Paradisi, in via Massarenti dal civico 223 lato spartitraffico centrale direzione periferia, fino alla uscita 11 della tangenziale. Termine previsto: 11 agosto.

Viale Gaetano Salvemini all'incrocio con via Caduti di Casteldebole, ci saranno delle  modifiche della viabilità per i lavori di installazione di un nuovo gruppo di riduzione/regolazione della pressione idrica. Per limitare i disagi alla circolazione il cantiere sarà realizzato in tre fasi con senso unico alternato. Termine previsto: 27 luglio.

Via Quirino di Marzio, tra via Ruffini e via Varolio, ha un senso unico con direzione da via Ruffini a via Varolio e conseguente senso vietato da via Varolio in direzione via Ruffini, con direzione obbligatoria a sinistra per i veicoli diretti verso via Ruffini, per un cantiere edile. Termine previsto: 31 agosto. 

Via Ondina Valla chiusa, fino al termine dei lavori, da circa 150 metri ad est dalla Rotonda Canè alla Rotonda Lavoratori Licenziati per rappresaglia, per i lavori propedeutici del cantiere relativo alla realizzazione della prima linea tranviaria di Bologna denominata Linea Rossa.

Via Giovanni Domenico Cassini, dal 26 giugno avrà restringimenti della carreggiata per lavori di riqualificazione della viabilità per il miglioramento della sicurezza, in attuazioen del progetto tutela aree scolastiche. Termine previsto: 26 agosto.

Via Marsala chiusa da via Piella a via Albiroli per i lavori di riparazione del portico e delle facciate di Palazzo Grassi, con inversione dei sensi unici di via Bertiera e via Albiroli. Termine previsto: 5 dicembre

Via Berengario da Carpi, tra via Rovighi e via Murri, ha restringimenti della carreggiata per il rifacimento della pavimentazione dei marciapiedi. Termine previsto: 5 luglio

Via Belluzzi ha dei restringimenti della carreggiata stradale e soppressione della zona sosta, per il rifacimento dei marciapiedi di ambo i lati della strada con sistemazione del sistema di raccolta acque piovane. Termine previsto: 10 luglio

Via Rizzoli, ha dei restringimenti della carreggiata per lavori di sigillatura del pavimento lapideo. 

Via Indipendenza, ha dei restringimenti della carreggiata per lavori di sigillatura del pavimento lapideo.

Via Stradelli Guelfi ha dei restringimenti della carreggiata stradale e senso unico da via Due Madonne a via Pallavicini, per il rifacimento della pavimentazione stradale a tratti. Termine previsto: 7 luglio

Via la Castiglia è chiusa per lavori di rifacimento della raccolta delle acque meteoriche di parte della pavimentazione stradale, sia sulla viabilità principale che sul segue numerazione. Termine previsto: 14 luglio
 

(Tutte le mappe e tutti i grafici sono basati sui dati del Comune di Bologna - Condivisione con licenza CC BY 4.0)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BolognaToday è in caricamento