rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca San Pietro in Casale

Tromba d’aria distrugge fattoria: "Solidarietà inaspettata, ricostruiremo tutto”

Danni per migliaia di euro a Nella Vecchia Fattoria di San Pietro in Casale dopo il violento maltempo dello scorso sabato

“È stata tromba d’aria improvvisa, una nube nera che vista da lontano somigliava quasi ad un incendio. Ha distrutto gran parte dei ricoveri per gli animali, lì per lì abbiamo pensato di abbandonare tutto”. Così Elisa Maurizzi, titolare di Nella Vecchia Fattoria, associazione che da tre anni si occupa di cura degli animali a San Pietro in Casale, in provincia di Bologna. Due giorni fa, mentre Elisa e gli altri associati erano lì, una forte perturbazione si è improvvisamente abbattuta sulla tenuta, spazzando via gran parte di ciò che incontrava sul proprio cammino.

La tromba d'aria distrugge i gazebo, a Monte San Pietro parte una raccolta fondi

Nella Vecchia Fattoria riparte: “Solidarietà inaspettata, ricostruiremo tutto”

Elisa ha raccontato l’accaduto a Bologna Today: “Lì per lì abbiamo pensato di abbandonare tutto. Le forse sia fisiche che economiche sono sempre al limite. Siamo un’associazione piccola, otto persone e quasi un centinaio di tesserati, eppure ieri mattina ci siamo ritrovati tantissime persone arrivate ad aiutarci in modo del tutto spontaneo. Famiglie intere con bimbi al seguito. Stivali, guanti e via a tirar su ferro e legno. Sembrava quasi una festa, senza che noi facessimo nessun appello. Si è mobilitato tutto da solo. È un riconoscimento davvero inaspettato ma ci ha dato davvero una grande carica. Quando senti di non essere solo ti dà tanta energia”.
Nonostante questo, i danni rimangono comunque ingenti: “Purtroppo l’assicurazione non ricopre questo tipo di danni. Essendo tutte tettoie e gazebi l’assicurazione li considera come articoli da giardino, quindi non esiste copertura. In totale siamo più o meno sui diecimila euro. Si è distrutto veramente tutto”.
Tutto è cominciato con un temporale improvviso, racconta Elisa: “All’inizio erano solo tuoni, poi abbiamo visto formarsi la nube in lontananza. Chi lo ha visto da lontano ci ha raccontato che era una nube nera e che somigliava ad un incendio. È arrivata bassa bassa, è partita da Galliera ed è andata dritta, andando a morire al cimitero che dista da noi circa un chilometro. Ci ha addirittura svuotato il laghetto. È stata violentissima: ha portato via quattro gazebi, un pergolato, tutte le tettoie degli animali. Tutto. Per fortuna gli animali non sono rimasti coinvolti, nonostante le tettoie cadute”. 

"Lì per lì abbiamo pensato di chiudere - continua Elisa - ora invece il pericolo è scongiurato. Abbiamo visto tanta solidarietà da parte delle persone e delle istituzioni, davvero non ce l’aspettavamo. Le persone sono arrivate subito e anche il comune di San Pietro, con cui siamo in contatto. Nel nostro piccolo mondo pensavamo di fare una cosa da nulla; invece, ci hanno dimostrato che non è così. Così ci siamo detti di proseguire e di ricominciare. Ci metteremo quello che ci metteremo, perché davvero è stato tutto distrutto. Ci è rimasta solo l’abitazione”.
Per questo, Elisa e gli altri hanno deciso di aprire una raccolta fondi (link nel profilo Facebook de “Nella Vecchia Fattoria”): “Qualcuno ha cominciato a fare qualche offerta. Chiaramente sono persone singole o famiglie, ognuno fa ciò che può. Però già il gesto è qualcosa di bellissimo. Da mercoledì saremo attivi a tutti gli effetti. Inoltre, il 29 ripartiranno i campi estivi con i bimbi: entro quella data dovremo comunque garantire un servizio e vogliamo farlo per bene”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tromba d’aria distrugge fattoria: "Solidarietà inaspettata, ricostruiremo tutto”

BolognaToday è in caricamento