Cronaca Centro Storico / Via Guido Zucchini

Occupazione Mura Porta Galliera: il consigliere Sangiorgi scrive al sindaco Merola

Lettera aperta del consiliere del Quartiere San Vitale al primo cittadino: "Se vi è un (presunto ma anche violento) diritto alla casa, vi è soprattutto e prima di tutto un Dovere nei confronti dello Stato e nei confronti della Comunità"

"Prendo purtroppo atto dell’ennesima occupazione nel Quartiere San Vitale, nel quale rivesto la carica di Consigliere Circoscrizionale di minoranza, ad opera di 25 famiglie. Le rivendicazioni sono chiare già dallo striscione calato dal palazzo recante Casa, reddito, dignità, il tutto in lotta contro il piano casa e gli sfratti". E' l'incipit della lettera aperta al Sindaco Virginio Merola del consigliere di quartiere Fi-PDL Alessandro Sangiorgi pubblicata su "Il Torresotto", foglio d’Informazione di destra per il Quartiere San Vitale.

Famiglie, con 29 minori, supportati dallo sportello sociale Social Log, il 19 giugno hanno occupato uno stabile abbandonato di 18 appartamenti.

"Se però è vero che all’art.47 comma 2 Costituzione si prevede che la repubblica favorisce l’accesso del risparmio popolare alla proprietà dell’abitazione, è però altrettanto vero che la Costituzione stessa all’art.42 comma 2 tutela la proprietà privata, proprietà altrui che nel caso di specie è stata violata da queste 25 famiglie.

PRESUNTO (E VIOLENTO) DIRITTO ALLA CASA. "Allo stesso modo se vi è un (presunto ma anche violento) diritto alla casa, vi è soprattutto e prima di tutto un Dovere nei confronti dello Stato e nei confronti della Comunità. Nel primo caso Dovere rivolto al rispetto di tutte quelle norme che uno Stato di Diritto si è dato e mi pare di comprendere che oltre alla violazione di proprietà privata sia stato occupato abusivamente un edificio (art.633 codice penale e seguenti). Nel secondo caso Dovere rivolto ad una Comunità, quella composta dai residenti, visibilmente preoccupata da tale occupazione. Non esagero se Le confesso di aver ricevuto nella giornata di mercoledì 18 giugno 2014 ben undici chiamate e circa una ventina di messaggi da residenti appunto preoccupati, alterati ed addirittura disperati perché lasciati soli dalle Istituzioni. Tutte le Istituzioni (Quartiere, Comune, Polizia Municipale, Polizia di Stato) sono state interessate, ma ad oggi la situazione è del tutto invariata. Ecco, signor Sindaco, io credo non solo che non vi sia mai una scelta obbligata (nel caso di specie l’occupazione) rispetto alla prospettata soluzione di un problema (nel caso di specie presunto diritto alla casa) ma anche che l’occupazione abusiva in generale sia sbagliata nei modi e nei termini in virtù del mancato rispetto dei Diritti di tutti e dei Doveri di cui parlavo poc’anzi".

ILLEGALITA' DIFFUSA. "Mi auguro che le Istituzioni tutte (Quartiere, Comune, Polizia Municipale, Questura, Prefettura) intervengano il prima possibile - conclude Sangiorgi - non tanto perché lo dice il sottoscritto quanto invece perché ritengo che la Città di Bologna – e soprattutto i suoi cittadini – non possa tollerare più in alcun modo simili episodi di illegalità diffusa. Alessandro Sangiorgi, Consigliere Circoscrizionale FI-PDL San Vitale"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazione Mura Porta Galliera: il consigliere Sangiorgi scrive al sindaco Merola

BolognaToday è in caricamento