rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Ricoveri e riconversioni: la situazione a Bologna

Ricoveri, terapie intensive e situazione degli ospedali: "La variante Omicron picchia duro"

Il Direttore del Presidio Ospedaliero Unico dell’Azienda Usl di Bologna Giuliana Fabbri fa il punto sulla situazione dei ricoveri e delle riconversioni: "Oggi siamo a 489 ricoveri. Da domani posti letto a Villa Erbosa, Santa Viola e Nigrisoli"

La variante Omicron "picchia duro" e sono già stati riconvertiti dei posti letto negli ospedali bolognesi: su 313 letti sono 303 i pazienti presenti oggi nei reparti degenza, sulla bassa intensità su 162 letti disponibili sono 134 quelli occupati e nelle terapie intensive i letti occupati sono 33 su 35. Per le subintensive siamo a 19 su 23. Il totale fa 489 ricoveri. Da domani saranno messi a disposizione 49 posti all'Ospedale Santa Viola, 22 a Villa Erbosa e 28 al Nigrisoli. Il padiglione di chirurgia polispecialistica del Bellaria (padiglione F) è stato trasformato per un recupero di 29 posti letto mentre il reparto trasferito al G ne ha mantenuti 14. 

Giuliana Fabbri, Direttore del Presidio Ospedaliero Unico dell’Azienda Usl di Bologna, mette insieme tutti i numeri raccontando uno scenario difficile a causa della forte contagiosità della variante omicron, che ha determinato una forte mancanza di operatori: "Neppure nella prima ondata abbiamo avuto un tale calo da 200 persone - ha spiegato -  mettendo però davanti a ogni numero la gratitudine nei confronti di chi c'è e si fa in quattro ogni giorno: i nostri operatori stanno lavorando come non mai, questa variante è pazzesca, ma lo è anche la loro bravura". 

"La variante Omicron si diffonde velocemente e sappiamo che il picco è previsto per gennaio, sperando più sulla metà del mese piuttosto che a fine mese. Lo scenario è difficile soprattutto per la diminuzione del personale, dato che per ora non accenna a migliorare. Il fine settimana appena trascorso è stato tremento così come appunto si temeva. Rispondere alla filiera covid significa ridurre da qualche altra parte: in questo caso parliamo delle chirurgie, ma non quelle quelle d'urgenza che al Maggiore sono i 2/3 degli interventi. Spero comunque si possa riprendere quanto prima". 

Bologna: il bollettino covid del 10 gennaio 

Siamo in "zona gialla": ecco cosa cambia 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricoveri, terapie intensive e situazione degli ospedali: "La variante Omicron picchia duro"

BolognaToday è in caricamento