rotate-mobile
Cronaca Stazione / Piazza delle Medaglie d'Oro

Sosta selvaggia in stazione e Kiss & Ride, questo sconosciuto: "Migliorare la segnaletica"

Costato anni di lavori e milioni di euro (e disagi per i residenti) il sottopasso carrabile sembra snobbato dai più, che continuano a sostare in mezzo alle strade attorno alla stazione, creando enormi disagi al traffico. La proposta delle opposizioni: "Migliorare la segnaletica"

E' costato milioni di euro e anni di lavori, oltre che non pochi disagi per i residenti. E' molto comodo e non intralcia il traffico, ma i residenti e pendolari non sembrano proprio apprezzarlo, anzi tendono a snobbarlo. Si parla del Kiss and Ride, il passaggio sotterraneo alla stazione carrabile dove si può passare a lasciare per mezzo dell'auto chi va di fretta in stazione, oppure chi è appena sceso dal treno.

Il passaggio è aperto dal 2015 alle auto private mai i più, forse intimoriti dalle sbarre e con il timore atavico -tutto italiano- di dover pagare qualcosa o di rimanere intrappolati da un mastodonte tecnologico tutto cemento e acciaio, tiene lontani da un mezzo che risolverebbe -o almeno contribuirebbe ad alleggerire- i problemi di sosta selvaggia attorno alla stazione.

Mappa di accesso al parcheggio Kiss&Ride

Una giungla quotidiana di veicoli tra Pietramellara e Carracci

La giungla tra viale Pietramellara è del resto quotidiana. Auto in doppia e tripla fila, addirittura parcheggiate senza luci di emergenza in prossimità dell'incrocio con via Amendola. Troppo radicata l'abitudine di parcheggiare vicino all'acceso pedonale, almeno da quando è stato interdetto completamente l'accesso alla piazza ai veicoli privati, per fare spazio a trasporto pubblico e taxi. Si era parlato negli anni scorsi di interrare quel tratto del viale, dotandolo poi con rampe di accesso a un parcheggio sotterraneo, ma gli anni sono passati e non se ne è saputo più nulla, forse anche a causa della delicatezza di un intervento troppo vicino ai palazzi e alla stazione. Dall'altra parte, in via De' Carracci, non va meglio. Il Comune qualche settimana fa ha posizionato delle barriere mobili per ostacolare la selva di auto parcheggiate in divieto di sosta, ma poi di fatto ha dovuto fare marcia indietro poiché le code dei veicoli si erano allungate a dismisura.

Il problema quindi rimane, e non sembra esserci altra soluzione che cercare di convincere gli automobilisti a cambiare abitudine. Va in questo senso la proposta delle opposizioni (in verità già sollecitata negli anni anche da diversi consigliere di maggioranza) di potenziare al segnaletica per gli accessi al Kiss & RIde.

Opposizioni incalzano: "Migliorare la segnaletica"

l Comune avvii dunque "un'interlocuzione con Rfi affinché venga apposta una cartellonistica più chiara di accesso al parcheggio 'Kiss and ride'- esortano gli esponenti di Fratelli d'Italia- e per risolvere il problema della sosta su strada. Fdi porterà il tema anche all'attenzione dell'assessore regionale ai Trasporti, affinché si attivi allo stesso modo con l'ente ferroviario per trovare al più presto una soluzione che da tempo doveva essere posta in essere".

Dello stesso avviso anche la Lega con il consigliere Matteo di Benedetto,che però puntualizza: "Siamo sicuri che sia adeguato a sopportare tutto il traffico veicolare di chi porta o viene a prendere persone?- si chiede Di Benedetto- perché a noi risulta che negli orari di punta sia capitato di trovare intasato sia quello sia via Carracci. Cosa succederebbe se cominciassero ad andare tutti lì?".

Inaugurati i due nuovi ingressi al Kiss&Ride della stazione ferroviaria di Bologna

Aperto il nuovo asse Bovi Campeggi-Carracci. Entro luglio anche Kiss&Ride | VIDEO

Viale interrato e sottopasso pedonale: i lavori slittano ancora

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sosta selvaggia in stazione e Kiss & Ride, questo sconosciuto: "Migliorare la segnaletica"

BolognaToday è in caricamento