Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

L'albero caduto in piazza Minghetti risolleva le polemiche sui tagli per manutenzione

Una pianta è rovinata a terra dopo il vento intenso della serata. Orioli: "Non vi erano segnali di instabilità, prontamente rimosso, verrà rirpistinato". Ma i consiglieri incalzano la Giunta per i tagli e gli abbatimenti in diversi quartieri

Il faggio caduto ieri sera in piazza Minghetti "era monitorato" con indagini visive e strumentali ma che "non avevano rilevato particolari criticità". Il caso dell'albero finisce in Question Time in Comune, rintuzzando le polemiche sugli abbattimenti selettivi e sulla manutenzione del verde nei quartieri.

A rispondere a diverse domande sul tema è stata l'assessora all'urbanistica Valentina Orioli. Molti i questiti dei consiglieri di opposizione, di schieramento trasversale,  riguardanti i tagli massicci di piante da parte del settore manutenzione, tagli e abbattimenti che spesso hanno creato allarme tra i residenti, anche a causa della scarsità delle comunicazionie.

Albero cade in piazza Minghetti, il momento dello spaventoso crollo | VIDEO

"Albero monitorato, non aveva mai dato segni"

Orioli nel merito di piazza Minghetti ha riferito che "i tecnici comunali si sono recati lì a fare i sopralluoghi" ma non sembrano essere sorti ammaloramenti della pianta o problematiche prevedibili. Del pari sono stati controllati anche gli altri alberi presenti in piazza, e anche qui nessun problema riscontrato.

Il discorso però si allarga alla questione dei tagli degli alberi, che da via Torino al Fossolo hanno fatto sollevare più di un sopracciglio ai residenti. Per la consigliera Palumbo (Misto) gli alberi "si trovano in pessime condizioni fitosanitarie perché la cura e il monitoraggio di questi ultimi non è sufficiente per la loro tutela e conservazione" e chiede lumi alla giunta sul da farsi, mentre Scarano (Lega) fa notare come "quando (gli abbattimenti) vengono posti in essere senza alcun preavviso né informazioni ai residenti, producono preoccupazione e perplessità".

Anche Emily Clancy (Coalizione Civica) chiede che "interventi di questo tipo siano se possibile evitati e se indispensabili effettuati previa informazione capillare dei cittadini"mentre Francesco Sassone (Fdi) ha marcato l'accento su "l'abbattimento dei 23 alberi (al Fossolo, ndr), se sia previsto un "reimpianto" delle alberature abbattute e le relative tempistiche" così come "se si sia pensato di prevedere un sistema di irrigazione in grado di favorire l'attecchimento delle nuove alberature".

Abbattimenti e tagli degli alberi: "Serve più comunicazione"

Alle domande puntuali ha replicato Orioli. Sull'abbattimento degli alberi al Fossolo al giardino delle vittime della uno Bianca molti "erano ormai morti e solo 5 piante erano ancora vegete, ma con seccumi che interessavano oltre il 50% della chioma e quindi senza possibilità di ripresa vegetativa" ha ribadito l'assessora.

Per il resto, sul fronte della comunicazione, Orioli ammette che "sicuramente dovremo migliorare" ma che normalmente i quartieri vengono avvisati per tempo se c'è da operare su piante all'apparenza sane.

Infine un piccolo accenno sulle problematiche della salute del verde, alla luce dei cambiamenti climatici. Orioli ha riferito che "le fisiopatie degli alberi adulti, favorite senza dubbio da andamenti stagionali del tutto anomali, come per esempio questo inizio di stagione estiva particolarmente torrido, non sono in alcun modo curabili; estati particolarmente siccitose finiscono per indebolire alberi già adulti o maturi che, con il passare del tempo, tendono a disseccarsi. Insomma, gli alberi sono esseri viventi, crescono, si ammalano, muoiono e in alcuni casi lo fanno in maniera inaspettata nonostante tutte le nostre attenzioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'albero caduto in piazza Minghetti risolleva le polemiche sui tagli per manutenzione

BolognaToday è in caricamento