Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Navile / Via Piero Gobetti

Piazzola, ambulanti esclusi in Bolognina: rinunciano quasi in blocco

Andato praticamente deserto il "trasloco" in via Gobetti

Gli ambulanti della Piazzola rimasti esclusi dal riassetto di piazza VIII agosto voluto dal Comune di Bologna e che avevano presentato ricorso, traslocano in Bolognina, in via Gobetti. Forse per i tempi troppo lunghi, su 26 operatori aventi diritto al posteggio, 22 hanno inviato a Palazzo D'Accursio formale rinuncia. Un solo operatore invece si è presentato in Comune il giorno previsto per la scelta del posteggio definitivo in via Gobetti, mentre gli ultimi tre non si sono presentati nè hanno inviato comunicazioni, sicchè il Comune ha proceduto d'ufficio ad assegnare loro il posto.

Il contenzioso tra Palazzo D'Accursio e gli ambulanti

Iniziò nel 2016, quando il Consiglio comunale approvò la delibera con cui la Giunta Merola diede nuovo assetto alla Piazzola, costituita da 290 posteggi assegnati in base alla graduatoria stilata nel 2018 dopo un bando pubblico. Il progetto di riorganizzazione e riqualificazione del mercato di piazza VIII agosto è stato quindi attuato in tutto e per tutto a fine 2020. Da qui la decisione di alcuni ambulanti di impugnare il provvedimento, prima davanti al Tar, che però ha negato la sospensione cautelare chiesta dai ricorrenti, che quindi si sono rivolti al Consiglio di Stato, il quale il 28 maggio scorso, in attesa di esprimersi sul merito della questione, ha invece accolto l'appello cautelare da parte degli ambulanti.

Per i magistrati del secondo grado della giustizia amministrativa, infatti, "nelle more, è dato ravvisare elementi di periculum in mora tali da giustificare l'adozione della misura cautelare richiesta, valutati in particolare i pregiudizi inerenti allo svolgimento delle attività facenti capo agli appellanti".

Il Comune di Bologna si è quindi dovuto adeguare al pronunciamento del Consiglio di Stato. "L'appello cautelare va accolto ai fini della ricollocazione degli appellanti, nelle more della decisione di merito, nella medesima area o in altra area che l'amministrazione potrà eventualmente individuare nel ragionevole contemperamento degli interessi, considerando anche le condizioni dei luoghi", si legge nella determina del settore Attività produttive e commercio di Palazzo D'Accursio. A seguito del pronunciamento del Consiglio di Stato, dunque, il Comune ha individuato in via Gobetti le aree idonee in cui collocare gli ambulati, in attesa del giudizio, ed ha effettuato l'assegnazione provvisoria dei posteggi, prevedendo lo svolgimento del mercato nelle giornate di venerdì e sabato in analogia con i posteggi di cui i ricorrenti erano concessionari, a partire dal 27 agosto. Gli operatori sono stati quindi convocati a Palazzo D'Accursio per la scelta definitiva del posteggio, ma solo uno si è presentato. In tutto sono stati assegnati sei posteggi a quattro operatori. (dire) 

Festa in Montagnola per i 91 anni di Laura: ne ha passati 86 a fare l'ambulante in Montagnola

Piazzola, restyling e taglio vicini. Aitini: "Dialogo con ambulanti aperto"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazzola, ambulanti esclusi in Bolognina: rinunciano quasi in blocco

BolognaToday è in caricamento