Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Polstrada, meno incidenti e più infrazioni nel 2014: gli emiliano-romagnoli non 'amano' le cinture

I dati della Stradale: 6.045 incidenti a fronte dei 6.552 del 2013, ma le violazioni sono salite dell'8%: eccesso di velocità, uso del telefonino, guida sotto l'effetto di alcool e stupefacenti, picco per mancato uso delle cinture di sicurezza

Dopo il bilancio di servizio della Polizia Ferroviaria, ecco i dati 2014 della Polstrada. Si sono registrati meno incidenti nel corso dell'anno appena trascorso: 6.045 a fronte dei 6.552 del 2013, pari a un calo complessivo dell’8% e, nello specifico, 69 incidenti mortali (71nel 2013) con un calo di quelli rilevati in autostrada di quasi il 16% rispetto all’anno precedente, a conferma di un trend oramai in essere da anni anche all’utilizzo di strumenti come il Tutor quale deterrente al superamento dei limiti di velocità.

INCIDENTI. Gli incidenti con lesioni sono stati 2.420 (2.615 nel 2013), 72 le persone decedute (76 nel 2013) e 3.855 quelle ferite (4121 nel 2013). "L’abbattimento del fenomeno infortunistico, seppure sensibile ma continuo, è dovuto soprattutto alla presenza delle pattuglie su strada" si legge nella nota della Questura; nel 2014 ne sono state effettuate 42.014 pattuglie, di cui l’89% impiegate in servizi di vigilanza stradale "al fine di svolgere una efficace opera di prevenzione degli illeciti e di repressione dei medesimi". Nello specifico, sono state accertate 184.434 infrazioni, l’8% in più dell’anno precedente: eccesso di velocità, uso del telefonino, guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e stupefacenti con un picco del +11,6% per il mancato uso delle cinture di sicurezza le violazioni più ricorrenti. Ritirate 3.068 patenti di guida e 2.681 carte di circolazione.

DROGA E ALCOOL ALLA GUIDA. Per quanto riguarda il contrasto alla guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e di sostanze stupefacenti, un raffronto con i corrispondenti dati del 2013 "evidenziano un più che confortante calo pari al 18%, a conferma dell’efficacia di un’azione preventiva di educazione stradale e di sensibilizzazione dell’utenza in generale", a fronte di 10.622 controlli in più rispetto all’anno precedente a riprova del principio secondo il quale più alta è la probabilità di essere controllati, maggiore è la tendenza al rispetto della regola, che si sostanzia in comportamenti più virtuosi alla guida. 146 sono stati i veicoli sequestrati ai fini della confisca.

Dopo le azioni di sensibilizzazione promosse dall’Unione europea per la decade 2001-2010 e avviate con la predisposizione del Libro Bianco del 2001, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e la Commissione europea hanno proclamato nel 2010 un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020. La sfida lanciata per la nuova decade propone un ulteriore dimezzamento del numero di decessi da incidenti stradali e la diminuzione del numero dei feriti gravi in Europa e nel mondo. "Per il conseguimento di tali risultati sono stati proposti sette obiettivi strategici: migliorare l'istruzione e la formazione degli utenti della strada; agevolare l'applicazione delle regole; migliorare le infrastrutture stradali; rendere i veicoli più sicuri; promuovere l'uso delle moderne tecnologie per aumentare la sicurezza stradale; migliorare i servizi di pronto soccorso e intervento post-infortunio; proteggere gli utenti della strada più vulnerabili", continua la nota "nelle sole notti del fine settimana, sono state sottoposte a verifica del tasso alcoolemico 18.365 persone, delle quali solo 817 sono risultate positive e, nell’ambito di queste, solo l’11,8% appartiene alla fascia più giovane dell’utenza (fascia di età 18/22): maggiore consapevolezza da parte dei giovani guidatori e l’efficavia dei nuovi strumenti e metodologie, sono risultate essere la ricetta vincente per formare utenti della strada sempre più responsabili".

AUTOTRASPORTO. Tra gli obiettivi del 2014, l’Autotrasporto professionale ha assunto un ruolo di primaria importanza. L’attività di controllo in questo settore ha portato alla redazione di 25.897 liste di controllo ai veicoli commerciali, contro le 17.976 dell’anno precedente, registrando quindi un più che apprezzabile incremento del 44%. In particolare, i controlli congiunti con la Motorizzazione hanno permesso di sottoporre a verifica 1.252 veicoli, dei quali 458 sono risultati “irregolari”, portando alla contestazione di 1.168 infrazioni, con un incremento del 35,7%. A questi positivi risultati hanno contribuito anche le c.d.“Operazioni ad alto impatto”, un nuovo modello di controllo, con programmazione a livello ministeriale, su materie particolarmente avvertite nella sensibilità collettiva quali il trasporto di animali vivi, l’ obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile e appunto l’autotrasporto professionale di persone. Per quanto riguarda i controlli di legalità in materia di obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile, questi hanno riguardato 4.069 veicoli, portando alla contestazione di 808 violazioni, di cui 207 alla normativa in parola,.

TRAFFICO ANIMALI.  582 sono stati i posti di controllo che hanno sottoposto a verifica 1.016 veicoli adibiti al trasporto di animali vivi, per un totale di 489 violazioni accertate, di cui 112 alla specifica normativa, per complessivi € 97.055,95 in illeciti amministrativi accertati. Sempre in questo settore si ricordano i recenti successi nella lotta al traffico illecito internazionale di animali di compagnia messi a segno in provincia di Bologna prima di Natale, dove a distanza di poche ore, ed in località diverse sono stati intercettati due furgoni, uno proveniente dalla Slovacchia e diretto a Frattaminore (NA) che trasportava 51 cuccioli di cane e un gattino, l’altro proveniente da allevamenti ungheresi che trasportava 30 cuccioli di cane di varie razze. Tutti gli animali sono stati sequestrati. Negli ultimi tre anni la Polizia Stradale dell’Emilia Romagna ha “salvato” dal traffico illegale 252 cuccioli di animali da compagnia e quasi 600 esemplari di animali esotici.

FURTI E RAPINE. 29 rapine, 572 furti, 470 truffe, 342 i falsi e 2929 altri reati hanno impegnato la Polizia Giudiziaria che nel 2014 ha proceduto all’arresto di 61 persone e alla denuncia a piede libero di altre 3489. Con 8 ordinanze di custodia cautelare e tre arresti in flagranza, la Squadra di P.G. compartimentale ha smantellato un gruppo criminale di nazionalità rumena dedito alla commissione di rapine commesse in danno degli esattori dei caselli autostradali della provincia di Bologna (Operazione Hammer 2). Sempre la stessa Squadra, con l’operazione NO LIMIT ha consentito di assicurare alla giustizia 5 persone e di recuperare 10 veicoli oggetto di furto e sequestrare armi (due pistole ed un fucile a canne mozze con relativo munizionamento), utilizzati per commettere delle rapine ad almeno 10 impianti di distribuzione carburante siti in aeree di servizio nel territorio regionale. L’ultima operazione, ma solo in ordine di tempo, denominata GOLDEN TIRES, ha consentito di trarre in arresto 9 pregiudicati, tutti di origine pugliese, e di recuperare beni per un valore di 120.000 Euro, quale provento di furti di merce trasportata su mezzi pesanti in sosta nelle Aree di servizio ed in quelle di sosta in ambito autostradale tramite il “modus operandi” del c.d. taglio teloni.

Significative sono state altre tre operazioni rispettivamente della Sezione Polizia Stradale di Parma (operazione TACKA), di Reggio Emilia e di Rimini. Con la prima sono stati eseguiti 12 ordini di custodia cautelare in carcere, tra cui due a carico di persone domiciliate in Germania, per traffico internazionale di veicoli di provenienza illecita, successivamente riciclati e corredati di falsa documentazione commercializzati in Belgio, Tunisia, Marocco, e Germania. L’ operazione EASY SERVICE reggiana ha “ammanettato” 6 persone (4 in carcere e 2 agli arresti domiciliari), oltre a varie denunce nei confronti di quattro funzionari MCTC, due titolari di scuola guida ed alcuni meccanici coinvolti in un giro che prevedeva compiacenti revisioni veicolari e collaudi di impianti a gas, ottenute dietro pagamento di denaro in oltre 120 episodi accertati. In ultimo la Sezione Polizia Stradale di Rimini, con l’operazione BENGALA e PAKISTAN, ha denunciato 61 persone e sequestrato numerose patenti di guida rumene ed italiane, in seguito all’esecuzione di 26 decreti di perquisizione delegati dall’A.G. volta a sgominare un’organizzazione delinquenziale che forniva false patenti rumene da convertire in patenti di guida italiane. Oltre a ciò sono stati numerosi in tutta la Regione gli interventi eseguiti nella flagranza di reato nei confronti di cittadini extracomunitari che per superare l’esame telematico a quiz per ottenere la patente di guida, si servivano di micro-telecamere e microfoni nascosti tra gli indumenti, con conseguenti denunce e sequestri delle relative attrezzature.

La attività di Polizia Stradale

Non ci sono foto disponibili.

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE. Se vi è stata una diminuzione del fenomeno infortunistico, è anche grazie all’impegno della Polizia Stradale in Campagne di sensibilizzazione alla sicurezza che in maniera assolutamente trasversale e continua si sono tenute in tutte le provincie della regione. Biciscuola 2014, Icaro, Salviamone almeno uno, Altra strada non c’è, E’...state in salute, Controlla il tuo livello, il Progetto B.I.R.B.A., e l’edizione del Motorshow 2014, sono solo alcuni dei Progetti che si sono affiancati ai consueti interventi nelle scuole, con l’immutato scopo di diffondere, in maniera diversa e costruttiva, una cultura alla legalità fatta di maggiore consapevolezza per tutti gli utenti della strada, grandi e piccoli. Il claim “Esserci sempre” ha sostituito, solo nella forma “C’è più sicurezza insieme” ma resta invariata l’attività di prossimità e di vicinanza che da 162 anni la Polizia di Stato svolge nei confronti dei cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polstrada, meno incidenti e più infrazioni nel 2014: gli emiliano-romagnoli non 'amano' le cinture

BolognaToday è in caricamento