Cronaca Zona Universitaria / Via Giuseppe Petroni

Primarie centrosinistra: Conti e Aitini in via Petroni 'contro' i graffiti

La sindaca di San Lazzaro e l'assessore alla sicurezza della Giunta Merola rilancano la proposta di pulizia a carico del comune: "Servono 500mila euro, ricavabili dalla imposta di soggiorno"

Per ripulire il centro storico di Bologna dai graffiti servono "500mila euro", ricavabili dal totale "dell'imposta di soggiorno" che grava sui servizi al turismo. Questa la proposta del tandem Aitini-Conti nella campagna per le primarie del centrosinistra: la sindaca di San Lazzaro e l'attuale assessore alla sicurezza della giunta Merola oggi hanno fatto capolino in via Petroni, chiamati dal segretario del Pd centro storico Bruno Malena e in compagnia anche di Otello Ciavatti, di associazione PIazza Verdi e dintorni.

Aitini e Conti si sono anche brevemente intrattenuti con i pulitori di una delle facciate che danno sulla strada, intenti a coprire tag e graffiti vari con la vernince gialla. L'appuntamento ha preceduto di poche ore l'annuncio di Lepore e Clancy per l'intesa tra i due sulla corsa alle primarie.

"Queste iniziative che sono preziose e rigenerano la città perché danno senso di appartenenza ai cittadini ed hanno proprio idea di cosa significhi sentirsi cittadini cioè prendersi cura della città" commenta Conti, che introduce il tema del costo per la pulizia, spiegato poi da Aitini.

"Abbiamo fatto uno studio: con 500mila Euro possiamo pulire tutti i muri della nostra città. E' un investimento concreto, sostenibile tranquillamente con la tassa di soggiorno" E ancora: "E'un impegno che ci prendiamo e che possiamo sostenere tranquillamente: è davvero venuto il momento di farlo, non con interventi a spot come abbiamo fatto in passato".

Graffiti in centro, problema annoso

La proposta di Atini e Conti è nuova nella sua organicità -mettere a bilancio il costo della pulizia- ma la cifra dei 500mila Euro si può ritrovare riferita a un vecchio progetto, messo in campo nel 2017. In quel frangente venne emesso un bando a parziale copertura delle spese di ripristino dei muri, in carico però ai condomini che si affacciavano dentro porta, un bando che allora non diede i risultati sperati. Il comune di Bologna ha poi rivisto nel suo complesso il bando e ha poi promosso il progetto 'Adotta una strada' con lo stanziamento di 180mila Euro da asegnare a organizazioni di cittadini attraverso un patto di collaborazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie centrosinistra: Conti e Aitini in via Petroni 'contro' i graffiti

BolognaToday è in caricamento