rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca San Donato / Via Rimesse

Sparatoria alla stazione San Vitale, un altro arresto nel casolare abbandonato

Dopo oltre un anno dalla sparatoria, le indagini dell'Arma non si fermano. Tutti gli indagati sono legati al mondo dello spaccio

Dopo la sparatoria lungo i binari della stazione San Vitale, nonostante sia passato oltre un anno, le indagini dei Carabinieri non si sono mai fermate. Il  Nucleo Investigativo dell'Arma di Bologna ha arrestato ieri un cittadino tunisino di 20 anni all'interno di un casolare abbandonato di via Rimesse. Il giovane, con diversi precedenti per spaccio, era ricercato in quanto ritenuto coinvolto nell'episodio del 25 gennaio 2022 riconducibile, secondo gli inquirenti, proprio al mondo degli stupefacenti.

All'indomani della sparatoria, era finito in manette un altro cittadino tunisino di 21 anni. Le investigazioni hanno permesso di raccogliere elementi a carico del giovane, condannato con sentenza passata in giudicato il 2 dicembre 2022, alla pena di anni 2 e mesi 3 di reclusione. Il 17 febbraio sono stati arrestati altri due giovani tunisini in esecuzione di provvedimento cautelare, emesso dal GIP del Tribunale di Bologna su richiesta della Procura della Repubblica.

È stato possibile accertare che già dall’agosto 2021 e fino all’estate successiva, nella zona della stazione di San Vitale e in particolare nel parco pubblico di via Scandellara, è stato accertato lo spaccio di hashish, eroina e cocaina.

Sempre in via Rimesse, il 18 febbraio, un cittadino tunisino 17enne è stato arrestato dalla Polizia. E' ritenuto di aver ferito un suo coetaneo e connazionale al torace utilizzando un paio di forbici durante una lite. 

Spari alla stazione San Vitale, dopo l'arresto nuove indagini 

Colpi d'arma da fuoco alla Stazione San Vitale 

Una telefona alla Centrale Operativa di Bologna il pomeriggio del 25 gennaio 2022 aveva allertato i Carabinieri. Era stato accertato che un giovane mentre si trovava sulla banchina del binario 3, aveva esploso alcuni colpi di pistola verso un altro soggetto, per poi allontanarsi. L’autore degli spari è stato arrestato poco dopo in zona Fossolo, ma le indagini, come dimostra l'ultimo arresto, non si fermano. 

Il fatto aveva destato grande preoccupazione per la sicurezza della zona. Fratelli d'Italia Bologna alcuni giorni dopo aveva organizzato una fiaccolata

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria alla stazione San Vitale, un altro arresto nel casolare abbandonato

BolognaToday è in caricamento