Cronaca Centro Storico / Strada Maggiore

Cantiere di Strada Maggiore insicuro, idea della sorveglianza privata. FI: "Cialtronaggine"

Si discute nuovamente sul livello di sicurezza dell'area interessata dal cantiere e all'orizzonte si profila l'idea di assumere dei vigilantes privati. Non tutti sono d'accordo

Strada Maggiore resa quasi deserta dai lavori di pavimentazione per il Crealis e il timore di residenti e commercianti porta a discutere sull'assunzione di un servizio di sorveglianza privata per il cantiere BOBO (il VIDEO) che possa far dormire sonni tranquilli a negozianti e cittadini, scongiurando furti e rapine. Sono stati già diversi infatti i furti ai danni di attività "chiuse" dal cantiere e fra i commercianti un po' di timore c'è, soprattutto in vista del mese di agosto. In una riunione dedicata proprio a questo argomento pare si sia concretizzata la possibilità di avere dei vigilantes di sera e di notte, d'accordo anche Tper.

Il consigliere di opposizione Daniele Carella, commenta in modo negativo il progetto di vigilanza privata discusso, sottolineando che "Nessuno può 'sorvegliare' una via se non le Forze dell'Ordine! Ai privati, muniti di apposite autorizzazioni è consentito effettuare servizi di tutela e prevenzione conto terzi, solo sulle cose dei terzi stessi"

"Avevo e ho chiesto più volte - prosegue Carella - che si incaricasse una ditta dotata di apposita autorizzazione a svolgere una attività, di sorveglianza del cantiere, sorveglianza che avrebbe avuto logiche e naturali conseguenze di prevenzione e 'tenuta' anche sulla via, dato che agire da criminali alla presenza di qualcuno comunque in divisa e alla vista, non è certo agevole e questo qualcuno sarebbe stato anche sempre pronto ad avvisare le Forze dell'Ordine. Ma io parlavo di addetti ai lavori preparati e certificati a fare quanto richiesto. Con tutto il rispetto per NCV che stimo e apprezzo nel suo lavoro, beh non mi risulta sia specializzata nei servizi di guardiania e così si rischia di mandare dei lavoratori allo sbaraglio chiedendogli, tra l'altro, di assumere compiti che sono riservati ad altri soggetti e proibiti ai privati cittadini. La cialtronaggine e il pressappochismo imperano sovrani in questa giunta. Sulla illuminazione, che andava progettata e attivata contestualmente alla partenza del cantiere, c'è solo da vergognarsi da parte di chi il cantiere lo ha progettato e poi lo ha realizzato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantiere di Strada Maggiore insicuro, idea della sorveglianza privata. FI: "Cialtronaggine"

BolognaToday è in caricamento